Tag Archive | UniCredit

Banche italiane con troppa leva

Per chi si fosse chiesto esattamente perché Unicredit e Intesa San Paolo devono vendere, per ca 230 milioni di sterline, i loro 31 milioni di azioni nella London Stock Exchange, proprietario della borsa di Milano, togliendo così l’ultima goccia di sangue italiano alla borsa di Milano che così per ora risulta proprietà degli Emirati e del Quatar, il superblog ZeroHedge ha ieri pubblicato un grafico molto interessante: Continua a leggere…

La matematica du jour

Purtroppo ci siamo di nuovo, cioè sopra i sfamosi 7% di yield sul decennale, il livello da molti giudicati insostenibile per l’economia nazionale, visto che si tratta del livello dove il Portogallo, L’Irlanda e la Grecia hanno dovuto cercare aiuto.

Continua a leggere…

La Libia in immagini

PAN AM flight 103 (Lockerbie), 259 morti:

Il motivo per cui la Gran Bretagna non parteciperà a un iniziativa militare contro la Libia. Un po’ contra-intuitivo forse. Il motivo è questo:

Perché nel frattempo la Gran Bretagna ha rilasciato il colpevole dell’atto terroristico, in cambio di licenze di esplorazione in Libia.

Rafale:

Il motivo per cui la Francia non parteciperà a un iniziativa militare contro il genocidio in atto.

La Francia ha venduto 14 Dassault Rafale alla Libia, che ha (aveva) disperatamente bisogno di rinnovare l’aeronautica. Prezzo: più di 3 miliardi di dollari.

Sukhoi Su-35:

Il motivo per cui la Russia non parteciperà all’iniziativa militare secondo me più che dovuta, ora che lo psicopata ammazza la propria gente per poter rimanere dittatore supremo.

Un altro motivo dei russi di stare alla larga da una condanna è la:

che, insieme alla

hanno ottenuto delle licenze importanti per l’esplorazione del petrolio in Libia. Ieri giù 5,12% sulla borsa milanese:

L’ENI non è l’unico motivo per cui L’Italia non parteciperà alla guerra contro il terrore in Libia:

7,5% proprietà del LIA, il sovereign wealth fund libico descritto brevemente nell’articolo lungo sulla Libia. Non sarà un anno vincente per il Juventus.

Ammetto di essermi sbagliata. È perfettamente possibile sapere in cosa investa il LIA:

2,59% proprietà del LIA. La banca milanese è la più grande banca in Italia.

Giù 5,75% sulla borsa milanese ieri:

Sembra proprio uguale all’ENI.

Oltre al LIA, anche la Libya Central Bank ne possiede 4,05%, e la Libyan Foreign Bank 0,56%. Quindi la Libia possiede 7% della banca più importante italiana.

È la Libia un pezzo dell’Italia, o l’Italia un pezzo della Libia?

Guerra delle valute

Mi sa che è finalmente (nel senso negativo) iniziata la vera crisi delle valute.

Per tenere l’esportazione in vita, ogni paese è costretto a svalutare la propria valuta. Il dollaro sta perdendo valore ininterrottamente, e quindi viene comprato da tutti per sostenerlo. Ora anche la banca centrale peruviana! ci si è messa. Questa è la ricetta per un collasso delle nostre valute dette fiat. È una spirale maligna verso il fondo, e nessuno può vincere.

Dollar index di ieri 30 settembre:

Continua a leggere…