Tag Archive | Psicologia

Il gap di empatia

Senza dubbio anche i vostri facebook sono stati ampiamente adornati da bandiere francesi in questi giorni, anche se moltissimi sono stati tolti in fretta quando è partita la discussione sul bias di facebook nel dare la possibilità nel caso Parigi, ma non nel caso di Beirut poche ore prima, o nel casi del massacro nella scuola nigeriana qualche mese fa. Continua a leggere…

Risultato del MBTI

Ben 29 lettori si sono presi il tempo per fare uno dei test di myers-briggs accessibili in rete.

Il risultato è simile a quello descritto nel primo post sul MBTI fatto da DtM, ma il suo blog è piu skewed verso gli “IN” rispetto ai miei lettori.

paragone mbti

Continua a leggere…

E tu che tipo Myers-Briggs sei?

myers briggs

Aggiornamento: Voci indipendenti confermano che il test viene usato sia in Telecom che in Unicredit, aziende italiane con insieme più di 200mila dipendenti…vale la pena farlo direi.

Il post sul tipo Myers-Briggs INTJ come praticamente singolo lettore di blog sul futuro merita qualche approfondimento.

Siamo tutti diversi in modi piccoli o grandi. Siamo tutti grandi o piccoli in modi diversi.

Alcuni amano stare sul palcoscenico e anche nella vita privata sono la stella che diverte gli altri (A), altri usano la vita privata come palcoscenico, ma una volta lassu davanti a mille persone ci bloccano (B). Ci sono anche quelli che né privatamente né davanti a un pubblico si sentono al loro agio, e per loro la vita è veramente dura (C), mentre  quelli che nel privato sono riservati a volte davanti a un pubblico cambiano totalmente ruolo e sono protagonista (D). Continua a leggere…

Myers-Briggs: spartiacque per chi è in gradi di pensare il futuro

P1050189Mattinata di letture divertenti.

Era un po’ che non leggevo uno dei miei blog preferiti, Do The Math, e a felice sorpresa ho trovato un articolo diverso dal solito, sulla psicologia dietro la nostra incapacità di cambiare il mondo. L’autore dice che tutti i blog che parlano delle risorse finite hanno i lettori abbastanza simili, e cioè le persone che non accettano l’estrapolazione del benessere odierno nel futuro.

Queste persone, cioè e anch’io, abbiamo spesso capito intuitivamente l’errore dell’estrapolazone ascoltando tutte le 4.5 ore del crash course di Chris Martenson quando ne abbiamo scoperto l’esistenza, io nel 2009 o giù di li.

Pensiamo che il nostro modo di operare sulla terra, e il modo di operare di Gaia stessa, debba per forza essere diverso in un ambiente di sovrapopolazione con risorse in discesa, rispetto alla situazione di solo 100 anni fa, quando c’erano ancora relativamente ad oggi pochissime persone sulla terra e una abbondanza cornucopiana delle risorse. Continua a leggere…

Documento trapelato russo conferma zero interesse per i separatisti, è tutta geopolitica (Gas)

Il trend del giorno su Twitter è il documento trapelato da uno degli ultimi giornali indipendenti (l’ultimo?) russi Novaya Gazeta sulla strategia russa in Ucraina. Si tratta di un documento interno al regime Putin, consegnatogli all’inizio di febbraio 2014, con Yanukovich ancora presidente. Con google translate si riesce ad avere una versione quasi leggibile, che copio interamente:

“E ‘diritto di avviare l’adesione dell’Ucraina alle regioni orientali della Russia”

“Novaya Gazeta”, pubblica un piano russo per il rifiuto di un certo numero di territori dell’Ucraina, redatto in quei giorni, in cui Yanukovich era ancora presidente di questo paese. Continua a leggere…

Psicologia del picco energetico

Leggo molto, tanti libri tecnici dei più svariati argomenti, anche se ultimamente sta apparendo narrativa post-picco che mi interessa, e tantissimi blog. Leggo blog di economia e clima, e blog di peak oil, e molte altre cose che non c’entrano qua. Leggo alcuni giornali online per non farmi sedurre da allarmismo e complotti, anche se i giornalisti usano un linguaggio troppo morbido per me: i fatti ci sono, ma non abbastanza nero su bianco. L’unico giornale che stimo, se si può usare questa parola in un contesto linguistico, è il Financial Times, al quale sono abbonata online, appunto perché non usano parole morbide. Continua a leggere…