Tag Archive | Prepping

Food edition: la composta di fragole

Finalmente finisce questo finto inverno, e potremo mangiare altro che mele e cavoli.

mele nespole e prugne

nonsolomele

Continua a leggere…

Innalzamento mari, nuovo paper di Hansen (e chi dovrà ospitare 500k veneti)

Copenhagen_-_the_little_mermaid_statue_-_2013È uscito qualche settimana fa il paper tanto atteso di James Hansen e altri 16 ricercatori sull’alzamento dei mari conseguenza delle temperature in aumento.

In sintesi: l’aumento ormai accettato anche da quei noiosi moderatissimi del IPCC di soli 2°C non ci proteggerà da livelli del mare devastanti per tutte le popolazioni costieri.

Secondo la ricerca, acqua dolce dallo scioglimento di ghiacci terrestri sta creando un feedback positivo che velocizza lo scioglimento stesso. Quando il ghiaccio si scioglie enormi quantità di acqua entra nell’oceano e spinge l’acqua salata più calda verso superficie dove accelera il melt-off.

In altre parole: Continua a leggere…

Tesla Powerwall di quel genio di Musk che ci farà staccare dalla rete

Il potere alla parete

Il potere alla parete

Quando Tesla ha presentato la batteria di immagazzinamento energia Powerwall il mondo intero ha sbadigliato.

Borsisticamente parlando. O forse il mercato aveva già previsto tutto e i ca 27% di guadagno dalla fine di marzo è comunque dovuto al nuovo prodotto. Il grafico per chi è interessato:

Tesla Continua a leggere…

Come sopravvivere 72 ore durante un emergenza

keep calm and bug outUn mesetto fa ho bloggato del fatto che andando in treno ci vuole un EDC, un every day carry, semplicemente una borsa che contiene qualcosa che ti permette di tornare a casa anche a piedi in una situazione di emergenza. Può essere faticoso camminare coi tacchi da Padova a Milano, ma se davvero ci fosse la necessità allora la questione tacchi diventa più che secondaria, e starai sperando che la tua famiglia nel frattempo abbia preso i loro Bug out bag (BOB) per andare nella bug out location.

Quindi, l’EDC per una viaggio in treno in Italia è semplicemente una borsa rinforzata delle cose che ti servono quando il treno deraglia per maltempo e tu te la sei cavata, il treno rimane fermo per tre ore di solito per colpa di un attacco dal neoliberalismo (infrastrutture bisognose di manutenzione, staff chiave stanco per orari assurdi, negligenza delle misure di sicurezza) in un tunnel qua, qua, qua, qua, qua, e perché no, metrò bloccata per ore e tu per qualsiasi motivo non sei tra quelli che possono camminare in galleria con facilità. Insomma, è una roba di buon senso portarsi qualcosa da leggere, un termos, panini al cioccolato, cash, la mooncup, salviettine, caricatore e quant’altro possa servirti. Continua a leggere…

Food edition: I crauti

crauti4 Se la vita ti da un cavolo cappuccio, prepara i crauti.

Che sono sanissimi e perfetti insieme alla salsiccia dentro un panino, se sei milanese, o nella Jota se sei triestino. A Strassburg li ho mangiati abbinati al pesce di fiume, e a casa di mia nonna nella foresta nera li ho mangiati abbinati a tutto il abbinabile. Mia nonna aveva una di quelle cantine di una volta, con botti enormi per gli alimenti fermentati e file di scaffali per tutte le conserve. Ai suoi tempi questo si chiamava “cucinare”, ieri si chiamava fai-da-te, in contrasto con il faccio-un-salto-al-super, Continua a leggere…

L’uomo, l’acqua e l’assicurazione

Copenhagen_-_the_little_mermaid_statue_-_2013La teoria della scimmia acquatica l’ho incontrata per la prima (e ultima) volta nel libro “The descent of woman” di Elaine Morgan. Avevo 14 anni, mi stavo annoiando mortalmente al mare, e nella libreria tipica della seconda casa piena di vecchi gialli e john le carré, ho trovato questo intruso enormemente divertente. Era chiaro anche per una persona di 14 anni che si trattava solo di teoria e che molte cose che scriveva erano semplicemente sbagliate. Ma divertenti.

E nessun’altro ha mai trovato spiegazione per quel buco nella nostra storia lungo milioni di anni, e perché vogliamo tutti vivere accanto all’acqua. Continua a leggere…