Tag Archive | Guerra

Il gap di empatia

Senza dubbio anche i vostri facebook sono stati ampiamente adornati da bandiere francesi in questi giorni, anche se moltissimi sono stati tolti in fretta quando è partita la discussione sul bias di facebook nel dare la possibilità nel caso Parigi, ma non nel caso di Beirut poche ore prima, o nel casi del massacro nella scuola nigeriana qualche mese fa. Continua a leggere…

Italia in guerra?

 bandiera italia franciaIeri il presidente francese Hollande ha annunciato nel suo discorso davanti al Congresso che la Francia intende invocare il trattato di Lisbona §42.7, ovvero, che il paese è stato oggetto di un attacco armato.
Questo significa che tutti i membri dell’UE sono obbligati ad assistere la Francia con tutti i mezzi disponibili. L’Italia si trova quindi in guerra contro Daesh.

Continua a leggere…

La Russia prepara la prossima aggressione contro l’Ucraina

psyopTutti gli abbraccia-Putin saranno felici di sapere che presto verranno scoperti tanti nuovi filo-russi in Ucraina, con divise inidentificabili come russi, e portando tanti armi di origine russa, stranamente apparsi in vari fienili nel territorio ucraino di interesse russo.

In un articolo di Reuters viene descritto come la Russia ancora una volta prepara un’aggressione verso l’Ucraina, usando la tecnica già sperimentata e di gran successo. Cioè rimuovendo qualsiasi targa o altro dai centinaia di pezzi di armatura ammassate vicino al confine che li possa identificare come russi.

I militari portano divise senza insegne, esattamente come prima dell’invasione della Crimea. Continua a leggere…

Ennesimo leader di opposizione russo assassinato

feeding the birdLa stampa non può certo tacere l’assassinio del leader di opposizione Boris Nemtsov, ma possono raccontarla un po’ come vogliono (qua corriere). Scrivono che Nemtsov “passeggiava con una modella” quando è rimasto vittima di un agguato, e ovviamente Putin è tremendamente scioccato, e il cremlino condanna l’uccisione come provocazione. Putin ha già anni fa raccontato la storiella che l’opposizione uccide volentieri i propri per dare la colpa a lui. Se ritenuto troppo poco probabile daranno invece la colpa agli agenti occidentali, con lo scopo di provocare manifestazioni anti-Putin.

È molto probabile che Russia Today userà la solita tattica di presentare una discussione in studio con 5 “esperti” con 5 teorie diversi, di cui una sarà vicina alla verità, ma molto poco credibile visto il contesto. A ognuno la sua e a tutti l’ennesimo minuscolo passettino di sovversione della credibilità giornalistica. Continua a leggere…

Documento trapelato russo conferma zero interesse per i separatisti, è tutta geopolitica (Gas)

Il trend del giorno su Twitter è il documento trapelato da uno degli ultimi giornali indipendenti (l’ultimo?) russi Novaya Gazeta sulla strategia russa in Ucraina. Si tratta di un documento interno al regime Putin, consegnatogli all’inizio di febbraio 2014, con Yanukovich ancora presidente. Con google translate si riesce ad avere una versione quasi leggibile, che copio interamente:

“E ‘diritto di avviare l’adesione dell’Ucraina alle regioni orientali della Russia”

“Novaya Gazeta”, pubblica un piano russo per il rifiuto di un certo numero di territori dell’Ucraina, redatto in quei giorni, in cui Yanukovich era ancora presidente di questo paese. Continua a leggere…

Russia – analisi da 1 rublo

Ho trovato questa bella mappa che descrive in dettaglio la rete di pipeline che già 4 anni fa collegava la Russia con tutta Europa.

Ora nel 2010, anche quella proposed/planned, chiamata ESPO, che collega le raffinerie russe con la Cina (finisce in Daqing) e Corea del Sud e Giappone (via mare, partendo da Nakhodka) è stata completata.

La proposed/planned chiamata Southstream che dovrà fare dell’Italia uno snodo del gas naturale, non è ancora stata completata. L’anno dell’inaugurazione dovrebbe essere il 2015.

Per scaricarlo come pdf: Russian Energy at a Glance 2007

I complottisti del web parlano di guerra Israele – Iran: con le parole israel attack on iran ho beccato 12.000.000 di hits e con israel war with iran ben 22.700.000 hits.

Le voci girano così: Se Iran non attacca Israele da solo, visto che comunque si tratta di un paese in enormi difficoltà economiche, che non ha mai attaccato un altro paese, retorica tremenda a parte, Israele avrà ordini dagli Stati Uniti di attaccare l’Iran. Solo così i cinquantenni senatori americani potranno mandare ancora una generazione di ventenni in guerra (e non si tratta dei figli dei senatori), per salvaguardare il petrolio iraniano.

Se davvero ci sarà una guerra mediorientale, con forse coinvolta anche la Turchia (israel war with Turkey 21.000.000 di hits), tutte le costruzioni in quella parte del mondo verranno rallentate notevolmente. Sicuramente le navi che adesso trafficano lo stretto di Hormutz trasportando tutto il petrolio mediorientale dovranno prendere altre strade.

Per la Russia solo vantaggi. Saranno gli unici nella nostra parte del mondo ad avere una infrastruttura per il trasporto di gas e petrolio funzionante e senza pericoli di attacchi terroristici.

Guerra all’Iran

Centinaia di potentissimi “bunker-buster” (distruttori di bunker) americani vengono trasportati dalla California all’isola Diego Garcia nell’Oceano Indiano.

Il 14 marzo 2010 il Sunday Herald ci rivela che il governo degli stati uniti ha firmato un contratto per il trasporto di 10 container di ammunizione all’isola. Questo include 387 bombe “Blu” per la distruzione di strutture sotteranee. Continua a leggere…