Tag Archive | demand destruction

I soliti sospetti più uno

Riassumendo il sondaggio, vedo che i lettori non sono molto d’accordo con me. I voti totali sono stati 55, che però non sono 55 persone diverse visto che si poteva scegliere più alternative.

Ben 22 voti, il 40%, sono andati alla “demand destruction”, che io ancora non vedo nei numeri. Come dice un lettore, domanda e produzione sono perfettamente allineati. Continua a leggere…

Finalmente il mondo è globale

Fabrizio73 scrive:

I dati parlano chiaro.Giro quindi anche a voi il mio quesito posto anche su “Petrolio”, che però non trova ancora risposte ,a mio avviso, sufficientemente chiare.
1-La Libia è da un mese che ha azzerato ,o quasi, la sua ESPORTAZIONE;2-l’Arabia NON è in grado di produrre di più, anzi a quanto sembra ha tagliato il suo output.
Quindi: DA DOVE CAVOLO SI TIRANO FUORI QUEL MILIONE DI BARILI MANCANTI???
Sull’argomento ne ho sentito di ogni, in particolare molti pensano che il milione di barili mancanti venga tutto dallo stoccaggio;altri invece parlavano dell’Arabia ma mi par di vedere che sono stati prontamente smentiti.
Io penso invece che la domanda sia inferiore all’offerta (almeno per ora) e che quindi non si senta la mancanza della Libia.

Non ho letto il thread di commenti a cui ti riferisci (ammetto che ho smesso di leggerli quando i commenti sono stati invertiti temporalmente, sono divertenti ma non così tanto da scomodare il mouse), ma è una domanda che mi ero fatta anch’io. Continua a leggere…

Cosa penso dell’inflazione

In molti si chiedono come prevedere il prossimo crollo. Questo ovviamente perché qualche parte dei soldi sono stati investiti in azioni, oppure obligazioni, futures su gas e altre commodities, anche qualche oncia di oro, e ormai anche argento, per non perderli tutti all’inflazione. Prevedere il crollo è necessario per tirare fuori i soldi in tempo, rimanere liquidi, per poi reinvestirli quando crediamo che si è raggiunto il fondo. Continua a leggere…