breve riassunto petrolio e oro

Il petrolio ha finalmente toccato il FOB38, e spero vivamente che si fermi qua. È sempre pesante vedere diminuire le posizioni.

WTI fib 38

Non ho venduto nulla neanche nell’oil e sono rimasta pure in ERX per inerzia.

Nel frattempo l’oro (e l’argento) sembra aver fatto quello che pensavo, cioè correggere pochissimo e l’oro oggi ha rotto il triangolo insù:

oro 27 uglio 16

E argento:

silver 27 luglio 16

Di conseguenza le posizioni in HEP e USLV stanno bene in questo momento. Avevo preso anche una posizioni in PHAG per avere almeno qualcosa denominato in Euro, ma non so se vale la pena.

Tag:, , , ,

6 responses to “breve riassunto petrolio e oro”

  1. sinbad says :

    Anna, sapresti indicarmi una fonte che indica la produzione di petrolio spaccata per blend…wti, brent, arabian light, nigerian light,….etc?
    grazie
    sinbad

    Mi piace

  2. Pinnettu says :

    Stavolta ho lasciato che scendesse. Ero tentato di aprire una posizione long quando è sceso fino a 45$, ma ho desistito. Se dovesse scendere fino a 38-37$ penso che si possa entrare con più tranquillità, preparandosi a mediare il prezzo se la discesa dovesse continuare.

    A parte queste considerazioni da modesto trader, c’è da notare come l’eccesso di produzione rimanga ancora davvero notevole. Nel secondo trimestre di quest’anno era ancora attorno a un milione di b/g. e, stante le proiezioni dell’EIA, per un riequilibrio del mercato bisogna arrivare fino al secondo trimestre del 2017.

    Da notare che l’EIA vede la produzione in salita anche nel 2017 (non di molto ma in salita).
    Ora dopo dieci anni che seguo le vicende del picco, sono disposto a crederci. A conti fatti hanno sempre avuto ragione loro!

    Mi piace

    • Anna Ryden says :

      Ma tutto quello il mercato lo sa giá da un anno. Non so cosa spinge il prezzo in questo momento ma non è la sovraproduzione dei prossimi 12 mesi, quella è già scontata.Questi ultimi 5 giorni sembrano più una di quelle fasi finali sanguinosi fatti ad hoc per far perdere a tutti l’ultima fiducia nel asset in questione.

      Mi piace

    • Pinnettu says :

      Si può essere. Questi prezzi sono comunque eccessivamente bassi a prescindere dalla sovraproduzione.
      Ci dimentichiamo sempre del breakeven cost e del fiscal breakeven.

      Infatti la domanda è: perchè la produzione non è scesa in maniera decisa? Parlo su scala mondiale, che negli USA comunque un bel -0,8 milioni di b/g si è visto!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: