Consumo mondiale petrolio: nessun rallentamento

È uscita la bibbia, ovvero il BP Statistical Review of World Energy 2016.

E lo festeggiamo con il grafico della domanda di petrolio dal 1965:

world oil consumption fino al 2015

Nessun rallentamento in vista.

Anzi, dal 2014 al 2015 abbiamo un’aumento del 1.9% o quasi 2 milioni di barili al giorno.

La crescita media degli ultimi 20 anni è di 1.52%:

crescita domanda petrolio

E la crescita prevista dalla EIA per il 2016 è di 1.4 milioni di barili al giorno, o +1.54%.

Probabilmente l’unica cosa che potrebbe stallare la domanda è il cigno grigio della massiccia coordinata installazione di rinnovabili solari in tutti i paesi mediorientali produttori di petrolio. Lo stanno facendo, si sa, ma con quale velocità?

Tag:, ,

2 responses to “Consumo mondiale petrolio: nessun rallentamento”

  1. Pinnettu says :

    Lo sostengo da anni. Non c’è e non c’è mai stato nessun calo della domanda. A conti fatti, anche il calo del 2008-09 è risultato poco più che uno sbuffo verso il basso di una curva che sale senza sosta.

    Eppure non conto più le volte che ho sentito parlare di crollo della domanda o al meglio di stagnazione. E parlo degli “ambienti picchisti”, che in questi ultimi anni mi pare abbiano perso obbiettività, imputando il tracollo delle quotazioni, appunto, a una presunta caduta della domanda.

    C’è invece stato un periodo di evidente oversupply che ha schiantato i prezzi. Probabilmente, è stato l’ultimo sprint del petrolio ma, così è stato…lo shale ha sconvolto il mercato.

    Per le rinnovabili dei produttori di petrolio….è se invece stessero iniziando a correre ai ripari per quando la loro produzione di greggio inizierà a declinare.

    PS Trading.
    Un disastro. Dopo aver preso nei denti la discesa dello scorso anno, non sono riuscito a sfruttare neppure un pezzettino della risalita.

    Piccola soddisfazione (i soliti due soldi) invece sul nat gas, chiusa la posizione con un +20%. Ovviamente ho perso tutto il rialzo di oggi. Non credevo nel dato scorte e sono uscito prima.

    Mi piace

    • Anna Ryden says :

      Si il famoso “picco della domanda” mi aveva abbastanza stufato direi
      a meno che non ci sia una grandissima crisi economica, a livello globale è molto in la quel picco.

      per il nat gas: ho deciso di non tradarlo, troppo volatile. non riesco a leggerlo minimamente.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: