OPEC irrelevante e lo sapevamo

E abbiamo l’ennesima conferma che il cartello illegale tra i paesi dittatorini sempre più marginalizzato non abbia più quella gloriosa presa sul mercato di pochi anni fa.

Ci hanno provato di nuovo, ma anche questa volta sono misaremente falliti a mettersi d’accordo sul taglio produzione.

Ci si poteva aspettare un ritorno ai 30 dollari, e invece il petrolio ha singhiozzato per un paio di giorni, prima di tornare al livello di una settimana fa.

WTI 19 apr 16

Le mie posizioni sono da cassettista e rimarranno sotto l’acqua ancora per un po, ma il mercato sta sniffando i fondamentali in transizione.

Sono convinta (e spero di non dover mangiare il mio cappello, perché ne ho uno solo ed è di Borsalino) che fra un anno guarderemo quel grafico dicendoci che ma non è possibile che non vedevamo il nuovo bull già un anno fa, che peccato.

I miei stock perdevano pesantemente il primo giorno, e si sono già abbastanza ripresi.

 

Tag:,

2 responses to “OPEC irrelevante e lo sapevamo”

  1. Pinnettu says :

    Io sarò sicuramente uno di quelli che vedrà le quotazioni del petrolio salire senza aver mai preso una posizione long.
    Le legnate dello scorso anno non le ho ancora digerite. Non trovo il coraggio di rientrare long, anche perchè i fondamentali sono ancora terribili. Eccesso di produzione ancora alto e scorte USA in continuo aumento sono in agguato.

    Non so usare i futures e gli ETC soffrono il maledetto contango. Impossibile prendere posizione e cassettare.

    Comunque forse hai ragione….”il mercato sta sniffando i fondamentali in transizione”. Del resto la risalita così repentina delle ultime settimane non ha altre giustificazioni, a parte la naturale tendenza del prezzo a riportarsi vicino ai costi medi di produzione, indipendentemente dal rapporto domanda/offerta.

    Mi piace

    • Anna Ryden says :

      Nessuno ha mai capito come funziona il prezzo del petrolio, dopo il 2008 ci sono stati migliai di articolo, blogpost, e pure paper in riviste di finanza che cercavano di predire il crollo dopo che era già successo. E nessuno ci è riuscito. Gli unici che arrivano vicino sono i picchisti che come me abbiamo scritto che ci sarà un ciclo continuo di crollo-ripresa-crollo-ripresa ecc fino a quando non ce n’e’ più…Ma nessuno riesce a prevederne la tempistica.

      Tranne forse la FED. Dobbiamo accettare che si sono altri tipi di fondamentali al lavoro, come la loro necessità di fare un ulteriore rate hike. Infatti ora prima del FOMC meeting sta salendo fortemente le borse americane.

      Più in generale abbiamo che hanno smesso di manipolare l’oro, rinunciando ai micidiali short squeeze. Se la materia prima per eccellenza ha il permesso di riprendersi è possibile che gli altri seguono a ruota.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: