LNG americano, l’opzione liquefazione e l’esportazione

Un trader qualche giorno fa mi ha detto che il mercato gas è ormai globale e non più locale, riferendosi al fatto che le curve futures americani e quelli europei sono ormai molto simili, indicando forse che anche la produzione americana influisce sui nostri prezzi.

Ho tirato giù due serie futures, il henry hub americano e il gas venduto TTF, il hub virtuale dell’Olanda nonché hub europeo più importante. Direi che le curve sono simili. Entrambe in salite, e con una gobba sulla primavera 2017.

futures henry hub vs ttf

Già luglio scorso avevo scritto sulla maggiore liquidità del mercato, ma mi riferivo più al mercato europeo che diventa più europeo e meno nazionale/locale. Il mio tema era lo small scale, ovvero le minigassiere in giro per Europa che velocemente portano il LNG là dove ne hanno bisogno. Il tema oggi è diverso, e cioè si parla degli effetti della produzione americana sui mercati europei e asiatici, e non bisogna dimenticare che anche Australia sarà presto online con la propria produzione LNG.

Di fatto abbiamo un mercato gas fino a un anno fa totalmente locale con prezzi asiatici anche 5 volte più alte di quelle americane, e quello europei almeno il doppio. Ora il petrolio è crollato tirando anche giù il gas e gli spread si stanno avvicinando. La domanda è come questo potrebbe influire sul nascente mercato LNG statunitense.

Ci sono progetti per 65 milioni di tonnellate di esportazione di LNG, o quasi 90 miliardi di metri cubi. Più del consumo italiano (57 bcm) e quello spagnolo (26bcm) messi insieme.

Per capire lo spread ho trasformato la serie del TTF in USD/mmbtu. Poi al Henry Hub ho aggiunto il 15% per simulare il prezzo LNG FOB (free on board), e poi ho aggiunto 1.2 dollari per il trasporto attraverso l’Atlantico.

Il risultato sono due curve molto simili, con il TTF ca 1 dollaro più alto rispetto al Henry Hub:

Gas a confronto

Bisogna poi considerare il vero valore di questo dollaro di differenza. Il mondo ha creato il nuovo mercato LNG globale sopratutto su considerazioni ambientali. Bisogna sostituire il carbone e il petrolio con un idrocarburo meno inquinante (e poco importa che studi diversi hanno trovato che la production chain del LNG produce la stessa quantità di gas serra rispetto ai cugini più densi), e bisogna fornire il Giappone di energia post-Fukushima (e poco importa che stanno già tornando al nucleare). Inoltre gli americani ne hanno anche fatto una questione strategica per l’Europa, volendo offrire un’alternativa al gas russo post-Ucraina.

Metto il prezzo gas in Europa di 4.55 (marzo-16) e il costo shipping di 1.20 dollar, e il FOB LNG di HenryHub+15% = 2.59 USD/mmBTU. Per l’equivalente netback FOB mi viene 3.35 USD/MMbtu al terminale di liquefazione negli US, lasciando al venditore un 4.55-2.59-1.20 = $0.76 di valore intrinseco dell’opzione di liquefazione del gas naturale.

Se il vero costo della liquefazione è di $3/mmBTU come si dice un po’ ovunque in rete (per esempio qua o qua) il proprietario dell’opzione liquifazione, per esempio Cheniere, sta perdendo $2.24/mmBTU.

Ci sono tre modi perché l’operatore possa guadagnarci. Prima deve scendere il costo per la liquefazione, facciamo a 2 dollar, o il 50%.  Per avere un opzione in the money di un misero centesimo tenendo il Henry Hub fermo il TTF deve salire a almeno 5.80, o il 27%.

Per poi guadagnarci qualcosa metto il Henry Hub a $1.80, un prezzo spesso toccato dal 1993-99, ma siamo comunque a soli $0.53 dollari in the money.

Insomma, un Cheniere qualsiasi ha bisogno che il Henry Hub scenda ancora 20%, che il gas europeo salga anche se ogni anno riduciamo il consumo, che Australia non vada online e poi ovviamente di abbattere i costi di liquefazione.

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: