Archive | ottobre 2015

Trend macro nel dollaro

Se uso il grafico mensile del dollar index vediamo tre trend dominanti negli ultimi venti anni:

dollaro trend macroUn primo bull, linea verde, dal 1995 al 2001, quasi perfettamente sette anni. Poi un bear market di 6 anni fino all’inizio del 2008, quando ha iniziato il nuovo toro. Quest’ultimo era un po’ meno deciso con due rapidissime riprese che poi sono finite in correzioni piuttosto brutali, ma alla fine la durata era sempre di 7 anni.

Se accettiamo di aver visto la cima di questo bull market, come sarebbe in un mercato normale, allora potremmo avere davanti 5-7 anni di mercato bear nel dollaro.

Da notare anche il ruolo della Media mobile esponenziale a 120 mesi. La EMA da minore peso ai punti dati più lontani, rispetto alla MM normale che pesa tutti i punti dati in modo uguale. Con una media a 120 punti dati, il peso usato è di 2/(N+1) cioè 2/(120+1) = 0.0165, ovvero pesa l’ultimo prezzo 1.65% anziché 1/120, o 0.83%.

Comunque, guardando l’EMA120 si nota come ha funzionato come supporto nel dicembre 2012, e poi come resistenza per parecchi mesi fino a settembre 2003. Di seguito ha fatto da resistenza anche nei quattro tentativi di ripresa del bullmarket, 6 mesi tra il 2008 e il 2009, 3 mesi a metà 2010, 4 mesi a metà 2012, e infine 5 mesi a metà 2013. Nel 2014 il dollaro è finalmente riuscito a salire sopra. Se veramente abbiamo un nuovo orso nel dollaro, sarebbe intuitivo mettere una linea di supporto per un primo rimbalzo dove il dollaro potrebbe incontrare l’EMA120, forse intorno a 88.

Allenamento funzionale con 7 minuti al giorno.

antique fitness

Risultato garantito

È da un po’ che faccio fatica ad andare in palestra.

Sarà che il mio tipo di personalità non è molto adatto ai cambiamenti, ma il fatto che Virgin Active abbia comprato le tre palestre di Milano centro, tra cui lo storico Skorpion, senza dal mio punto di vista migliorarle, e da novembre costringendomi a pagare 30€ in più al mese, è stato sorprendentemente disincentivante a un mio continuo allenamento. Anche perché i nuovi istruttori sembrano broiler d’allevamento con corrispondente capacità di entusiasmare i clienti.

Continua a leggere…

Brent sempre più in contango

Ogni tanto tiro giù le serie per le futures sul Brent da barchart per vedere come il mercato vede il futuro.

Ormai è da novembre 2014 che il Brent non si trova più in backwardation, almeno per quanto riguarda il periodo nov/dic15 su nov/dic16.

Il grande cambiamento è avvenuto tra ottobre e novembre dell’anno scorso:

brent futures ott nov 14 Continua a leggere…

Oro e petrolio questa mattina

Il WTI sembra aver rimbalzato e basta sulla linea trend intermedia. Dovrebbe spingere le mie nuove posizioni in PXX e SGY:
wti 16 ott 15Ora si trova in ua zona di supporto/resistenza che ha già testato varie volte in passato.

L’oro invece in questo momento segna una candela rossa che si appoggia sul MA200:

oro 16 ott 15Più tardi guarderò dove intende andare il dollaro oggi e prenderò una decisione se vendere le opzioni sul GDX .

aggiornamento pf GDX

Ho preso dei call su GDX strike 18.50 exp dicembre-15 oggi all’apertura, sono su +14% in questo momento.

Forse non siamo soli

death starSecondo un articolo nell’Independent sono stati trovate megastrutture aliene clusterizzate intorno alla stella KIC 8462852.

Si tratta di un gruppo di astronomi della Penn Univeristy che ha trovate degli oggetti enormi intorno a una stella, assomigliando moltissimo alle strutture che ci aspettiamo che una civilizzazione aliena potrebbe costruire.

L’astronomo Jason Wight dice che ovviamente bisogna sempre escludere la presenza di alieni, ma in questo caso le strutture sono talmente particolari che non si può escludere che sono state costruite: Continua a leggere…

aggiornamento PF

Sono rientrata in BlackPearl (PXX SDB) a 6.45 . Lo stock canadese ha rimbalzato per la seconda volta sul MA200 (e anche sul MA100), mentre quella scambiata in svezia sta tentando di salire sopra il MA200. Mo vediamo.

Il WTI si sta avvicinando alla linea trend con passi piccolissimi. Questo nonostante la notizia “devastante”  di ieri che l’inventario API ha registrato un +9.8mln invece degli attesi 1.8mln. La candela oggi è rossa, ma piccolina.

WTI 15 ott 15

Una sorba lezione

In Svezia usiamo un bellissimo detto derivato da una fiaba di Aisopo, quella della volpe e l’uva.

Non essendoci uva in Svezia il prammatismo nordico l’ha subito sostituito per bacche di sorbo. Ora non ho voglia di andare su wiki per verificare che rönnbär e sorbo sono la stessa roba come dice gogol translate, ma vi posso assicurare che il “sorbo” è una roba decisamente aspra da mangiare.

Il nostro detto va così, tradotto: “Aspre, disse la volpe delle bacche di sorbo”

Ovviamente si intende dire che la volpe, che deve rinunciare a un pranzo dolce, lo chiama aspro, perché non riesce ad arrivarci. Solo che nel caso svedese diventa inspiegabile per i bambini, essendo le bacche di sorbo comunque immangiabili, e forse anche velenosi se mi ricordo bene.

Ovvero, le bacche di sorbo le cuociamo per tanto tempo per farne una gelatina da mangiare con la bistecca di alce.

Quello che voglio dire, è che è una giornata decisamente sorba. Il dollaro ha fatto una bruttissima candela rossa di quasi 1%, il che ha spinto l’oro ad abbandonare il rintracciamento che mi sembrava ovvio.

Ecco il dollari index:

surt sa räven

Chissà se non abbiamo effettivamente lasciato alle spalle il massimo nel dollar index. Ha rotto ingiù il trend intermedio arancione. Dovrebbe prima o poi tentare di tornare verso la linea nera, ma prima che succeda, l’oro continuerà il rally.

E io che ero uscita dal GDX. Pazienza.

Ecco l’oro:

surt sa räven guldCioè l’oro ha rotto la MA200 senza la minima fatica. Ora io dubito (wishful thinking forse) che l’oro ci riesca così facilmente a rompere il MA200. Con un po’ di fortuna ora inizia una fase di consolidamento che dovrebbe dare la possibilità di pensarci su un attimo.

Costo del GPL in Sardegna

Mi sono divertita con un po’ di micidiale data mining per vedere quanto pagano effettivamente i sardi il loro sofferto GPL.

Non sto parlando di GPL per autotrazione, i cui numeri sarebbero disponibili sul sito del dip. di sviluppo etc, ma di quel GPL che arriva nelle case sarde a scaldare e far cuocere quei pranzi leggerissimi per i quali i sardi sono famosi. (niente male, adoro la cucina sarda – come contenuto calorico è perfettamente allineata con quella svedese).

Ho visitato i siti della camcom di Cagliari e quella di Sassari. Devo dire che quelli di Sassari i numeri ce li danno. Faticosamente, pdf per pdf, ma almeno ci sono. A Cagliari hanno degli evidenti problemi a ricordarsi mese per mese di aprire Excel e inserire il numerino. Forse è la fase successiva, quella di trasformare il tutto in pdf e caricarlo sul sito, l’ostacolo impossibile da scavalcare. I datapoint sono quindi pochissimmi.

I numeri sono incluse di accise, ma escluse di IVA e si tratta di un prezzo di GPL sfuso, pagato al litro. I dati iniziano in gennaio 2009:

GPL Sardegna Continua a leggere…

Aggiornamento PF

Uscita da GDX con 14%.