Storica ammissione della VW sulle emissioni

Direi che non sono l’unica ad aver notato che é praticamente impossibile consumare le quantità minuscole di carburante dichiarate dalle case automobilistiche. Sono 25 anni che guido e il consumo, quando ci siamo sbrigati a tenerne traccia, è sempre stato più alto di quanto dichiarato. Ma mentirei se dicessi che la reazione sia mai stato altro che un “eh vabbé è chiaro che nei test qualcosa è diverso…”

Quindi al grandissimo momento storico: La Volkswagen ammette pubblicamente che un loro sofisticatissimo software rilveva la modalità “test” e chenessò io, tipo strozza il motore o qualcosa del genere per momentaneamente emettere meno ossidi di azoto e quant’altro non dobbiamo più emettere per salvare i nostri bei sederi.

Risultato: multone di svariati miliardi di dollari (la truffa l’hanno “scoperto” gli americani) e -36% in borsa in due giorni.

Ecco graficamente cosa succede quando i polli vengono al barbecue e i nodi al pettine:

volkswagenDiciamo che la VW stava consolidando dopo 5 mesi di trend negativo, e quello che sarebbe stato la prossima lenta gamba giù è diventato invece una veritabile slavina.

Nell’altra parocchia invece, quelli del “noi non emettiamo nulla sopra la tua testa, finché ci sono i minatori cinesi”, c’è Apple che ha dichiarato che anticiperà il rilascio dell’iCar al 2019, tutto elettrico ovviamente, ma probabilmente non ancora self-driving.

Stranamente né Apple né Tesla hanno reagito molto in borsa sulla notiziona della Volkswagen, e Tesla ha solo singhiozzato una volta alla notizia che avrà presto un concorrente diretto.

Secondo me quelli della Tesla sono un pochino ottimisti qua. Si sa che una volta che Apple si butta nella mischia, entro pochissimo tempo tutti dimenticano chi è l’inventore originale che poi è costretto a farsi pagare la metà rispetto a Apple per la stessa tecnologia più la ventina di anni di ricerca e sviluppo.

Quindi Apple ha rilasciato questa notizia bomba che praticamente significa che entro 20 anni non ci sono più macchine a idrocarburi diretti in giro, e sui parcheggi vedi solo macchine elettriche. Dovrebbe essere una buona notizia anche per Tesla, se non fosse per un piccolo dettaglio che noi non-seguaci della chiesa di St.Jobs abbiamo notato più volte, e che viene meglio illustrato con il seguente strip di tre anni fa:

Microsoft vs AppleVoglio dire, non ci può essere nessun dubbio. La macchina elettrica l’ha inventata la Apple. E la Tesla che ha osato copiarli costerà la metà.

nota: ovviamente il tablet non è stato pensato originariamente dalla Microsoft ma da uno scrittore di fantascienza, come succede praticamente sempre. A me viene in mente Ender’s Game di Orson Scott Card, ma forse è stato descritto anche prima da qualcun’altro.

Tag:, ,

One response to “Storica ammissione della VW sulle emissioni”

  1. El Cuphacabra says :

    C’era un tablet in “Odissea nello spazio” http://www.webnews.it/2011/08/24/lipad-e-nato-con-2001-odissea-nello-spazio/

    (ma dipende da fatto che Kubrik era un ‘agente CIA, gli avevano fatto filmare il falso sbarco sulla luna…)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: