Forte segnale sell nello SP500

A volte bisogna fare tanti passi indietro per poter apprezzare the bigger picture.

Il grafico SP500 sotto è weekly con inizio metà anni ’90, più di vent’anni di dati.

Invece delle solite candele l’ho fatto tracciare in linea gialla, in modo che si vedessero bene le due EMA sovrapposte. In rosso EMA10 e in blu EMA50:

SP500 weekly 3 settembre

SP500 grafico weekly a 20 anni con medie mobili esponenziali

Si vede subito la straordinaria accuratezza di queste due medie mobili esponenziali, con praticamente solo 1 segnale falso su tutto il periodo, in agosto 2010.

A dire la verità, se poi aggiungo il criterio che entrambi le MA devono avere pendenza negativa quando il EMA10 attraversa il EMA50 per effettuare un segnale sell allora non trovo neanche un segnale falso.

E con questo sistema estremamente semplice uno poteva essere lungo la bolla IT per tutto il suo percorso dal 1995 al autunno del 2000, facendo 200% ca, o 19% CAGR.

Poi si rientrava in giugno 2003 a 930 per uscire in gennaio 2008, facendo 41%, o 7% CAGR. Sempre un ottimo risultato.

Dopo il crollo finanziario si rientrava in agosto 2009 e si usciva (ignorando il segnale falso del 2010) in agosto 2011, facendo 13%, o 6% CAGR.

Il rientro avviene quasi subito, in dicembre 2011, a 1266, e fino a questa settimana si doveva rimanere li belli tranquilli, godendosi i 55% fatti finora, o 11% CAGR.

In questo momento il grafico Saxo ha ancora il EMA10 sopra il EMA50, ma di pochissimo:

EMA10-50

Mentre sul grafico stockcharts EMA10 si è giá tuffato sotto l’EMA50:

SP500 1 settembre stockchartsDirei che chi ha già venduto per mettersi di lato con cash nelle tasche ha fatto bene. A meno che non creda nell’onnipotenza della Fed che continua a salvare il giorno.

Per salvare il giorno questa volta dovrebbero però rinunciare al rate hike settimana prossima. Un rate hike può essere negativo per le obbligazioni a breve termine, ma dopo poco tempo tanti soldi verrebbero spostati da stock in obbligazioni.

L’ultima volta che la Fed ha alzato il tasso era nel 2006, di 25 punti base a 5.25%. Poco dopo è scoppiata la bolla immobiliare e il seguito è noto. La Fed ha cominciato ad abbassare il tasso, che ormai è vicino a 0. Si capisce che vorrebbero alzare.

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: