Gas naturale USA YoY

Ho rifatto il grafico su produzione e prezzo YoY per il gas naturale statunitense, per vedere se trovavo qualche relazione interessante, come quello sull’Arabia Saudita. Loro sembrano di reagire sul cambio prezzo WTI YoY con un relativo cambio YoY nella produzione, quindi lagging il prezzo WTI e non leading come viene sempre sostenuto. Da li segue che un aumento dei prezzi portava a un aumento della produzione.

Per il gas statunitense non c’è questo tipo di relazione. Sembra più il normale prezzo lagging la produzione, ovvero se aumenta la produzione YoY c’è un crollo del prezzo YoY.

Con l’eccezione del periodo 2006-2008 quando gli asset energetici aumentavano ininterrottamente di prezzo per domanda crescente e produzione che non teneva il passo.

Nat Gas prod e henry hub YoY

Comunque abbiamo anche un supporto tecnico, rappresentato dal -50% YoY. Appena il YoY ha passato un periodo lungo sotto i 50% torna verso lo zero in ca 6 mesi di tempo.

Graficamente:

HH yoy cambiamentoCome si vede si torna sopa lo 0 come crescita prezzo YoY in 6-8 mesi di tempo da un minimo identificato.

Se prendo per buono i -52% Henry Hub YoY come minimo di questa volta, e uso lo stesso tipo di crescita del 2012 che per ora gli assomiglia molto, posso fare una previsione, ovvero indovino, sul prezzo per i prossimi mesi.

Il prezzo per maggio sarebbe di 3.06 dollari, ma sapendo già dai miei grafici che deve essere intorno ai 2.80 correggo tutto con un -8%.

HH con stima futuraE perché no?

Tag:,

6 responses to “Gas naturale USA YoY”

  1. Pinnettu says :

    Interessante. In corrispondenza del picco negativo del 2012 la produzione mostrava però incrementi meno forti di quelli attuali. Questo potrebbe giocare a sfavore della ripresa dei prezzi.

    PS.
    Certo che la produzione viaggia davvero di gran carriera

    Mi piace

    • Anna Ryden says :

      Si infatti la posizione che ho presa è un po’ noiosa. Probabilmente scende fino a testare i 2,45 e rimarrà li per un po’ prima del rebound. Il mio target è 3.90, ma penso che chiuderò questa posizione con una piccola loss prima di rientrare.

      Mi piace

  2. DANIELE says :

    le considerazioni sono valide se in teoria il gas ha visto ho rivede minimi intorno a questi prezzi. Però il mercato del gas non è più lo stesso, siamo in un mercato di abbondanza causa fracking. Da tempo solo la speranza di inverni rigidi in Usa porta a incrementi di prezzo, del resto manca proprio di momentum, non le pare?

    Mi piace

    • Anna Ryden says :

      l’abbondanza è soprattutto se non mi sbaglio per il fracking di shale oil…si tratta di gas associato. Se e quando le aziende del shale oil riducono o bancarottano, anche la parte gas sparirà dal mercato.

      Mi piace

      • Anonimo says :

        Questo è un aspetto che non conosco. Non ho idea di quale sia la parte di shale gas associato allo shale oil e quale sia invece la parte “indipendente”

        Intanto oggi improvviso +4% e occasione persa per abbassare il pmc del mio ETC

        Mi piace

      • Pinnettu says :

        Nel messaggio precedente non è comparso il nome (Pinnettu)

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: