Giovedì cultura: Il Gioco di Spade

GoT, anche conosciuto come "Una marea di matrimoni"

GoT, anche conosciuto come “Una marea di matrimoni”

Quattro anni fa il canale e produttore TV americano HBO ha ridefinito il genere fantasy con l’adattazione della serie di libri di George RR Martin, ovvero “A song of Ice and Fire” (o Game of Thrones – GoT), meglio conosciuto come “Tolkien per adulti”.

Nota: i miei figli mi parlavano della storia d’amore in Hobbit come elemento portante del film. Non ho visto la filmatizzazione, ma direi che Hobbit era comunque l’unico dei libri che si salvava anche senza storia d’amore. Gli altri, SBADIGLIO.

La prima serie era molto fedele al primo libro, che è anche il migliore, cioè “Game of Thrones“. La seconda serie seguiva A clash of kings, e la terza serie usava la metà di A Storm of Swords.

La quarta serie ha cominciato a incasinare seriamente le cose usando l’altra metà di A Storm of Swords e poi alcuni tratti di A Feast for Crows e A Dance with Dragons.

La quinta serie esce in Europa settimana prossima (evvaiiiii), e sarà basata anche quella su A Feast for Crows e A Dance with Dragons. E poi non ci resta altro che sperare che Martin riesca a finire il sesto libro entro l’anno, altrimenti HBO dovrà inventarsi tutto quanto per la prossima serie. Martin è molto sovrappeso, non più giovane, e i milioni di fans sono preoccupatissimi per la sua salute che non riesca a finire la storia. Mancano due libri.

La serie TV ha praticamente decimato le storie contenuti nei dettagliatissimi libri, ma è comunque una delle produzioni più complesse mai portate sullo piccolo schermo. È sicuramente la serie con più teste e altre parti tagliate mai visti.

È la serie con piu matrimoni combinati. È la serie con più varietà sessuale. È la serie dove gli antipatici ci stanno simpatici, con una eccezione, ma poi tanto viene avvelenato. È la serie dove il nano è il personaggio più grande.

“Once you’ve accepted your flaws, no one can use them against you.”

Poi è la serie dove anche i più piccoli caratteri sono fatti da grandissimi attori, come Syrio Forel, il maestro di scherma della piccolina Arya.

Ed  è l’unica serie che regolarmente ammazza quello/a che pensavamo essere uno degli eroi. Ovviamente non si trattava mai dell’eroe vero, e bisognava toglierlo per fare spazio. Nel caso di Rob era necessario che morisse, in altri casi come Jaime basta tagliargli la mano per rispettare le regole junghiane.

Nel frattempo ci consoliamo col fatto che i personaggi maschili più interessanti sono tutti non-standard in qualche modo, e quindi non materiale da eroe finale, e quindi possiamo continuare a goderci Tyrion il nano, Varys l’eunuco e Jaime che ha solo una mano.

La mia puntata preferita è la penultima dell’ultima serie, The Watchers on the Wall, anche se non c’era il mio personaggio preferito, Tyrion.

“You know nothing, Jon Snow”.

Chi ha guardato solo le serie TV e non letto i libri si è totalmente perso le decine di allusioni al fatto che Jon Snow forse, probabilmente non è figlio di Stark, ma di sua sorella, sedotta dall’ultimo re vero dei Targaryen, e morta 15 anni prima che la storia inizia. D’altronde era totalmente contro il carattere germano* di Stark** di fare due figli con due donne contemporaneamente.

Noi “lettori” ci siamo neanche persi il fatto che ci vorrà una santa trinità di eroi finali, uno per ogni drago, come nel mito fondatore. Se proprio devo fare uno spoiler penso che ci saranno Snow, Daenerys e speriamo Tyrion alla guida. Questo basato sul fatto che non ci possono essere due donne, ma non ci possono essere neanche due uomini da archetipo “eroe”. Il terzo posto quindi occupato dal classico archetipo “il saggio”.

* testimonianza di C. Tacitus

** “forte” in tedesco e svedese

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: