Un po’ di propaganda

ci portanto i bimbi delle materne per salutare gli americani

ci portanto i bimbi delle materne per salutare gli americani

Per tutti i miei lettori che leggono solo ed esclusivamente RT per le notizie giornaliere, con qualche deviazione osé verso The Gaurdian quando ci si sente particolarmente moderati, ho pensato di fare un veloce paragone tra come RT e il resto del mondo presenta il Dragoon Ride.

Per chi non sa cosa sia il Dragoon Ride, si tratta di una specie di evento relazioni pubbliche combinato con esercitazione per le truppe NATO in Europa. È la 3rd Light Armored Reconnaissance Battalion chiamata Wolfpack che con 118 veicoli Stryker raggruppa comodamente per Germania attraverso gli stati baltici, Polonia e la Repubblica Ceca dopo aver fatto presenza li dimostrando il supporto delle truppe NATO alle popolazioni stressate dalle aggressioni russe. La Wolfpack si è fermata spesso lungo la strada per interagire con la gente locale, che li ha sempre e senza eccezione dato un caloroso benvenuto.

Foto veritiere della reazione della gente li potete vedere su NYT.   Il Washington Post ha un video dove parla il generale Hodges, l’ideatore dell’esercitazione.

RT ovviamente chiama tutto questo una provocazione, citando l’esperto di turno, e parlando di chiare proteste anti-NATO nei paesi attraversati.

Ecco la foto scattata dall’ambasciatore Schapiro in Repubblica Ceca dell’entità delle proteste:

massicce proteste davanti all'ambasciata americana

massicce proteste davanti all’ambasciata americana

Cinque russi che protestano. Come scrive Reuters “Czech Prime Minister Bohuslav Sobotka and Defense Minister Martin Stropnicky met the troops on Tuesday. “Massive (pro-Russian) propaganda on social networks and elsewhere produced something opposite than intended,” news agency CTK quoted Stropnicky as saying.”

Altre foto divertenti si trovano al hashtag https://twitter.com/hashtag/DragoonRide?src=hash

Il sito-spia analisidifesa non ha scritto una riga sulla Dragoon Ride. Ultimamente, invece di piangere i poveri filo-russi in Ucraina si concentrano  sul deridere le operazioni occidentali contro l’IS.  Non li chiamano con il vero nome da terroristi, ma piuttosto come islamisti radicali, e anzi parlano del Califfato in termini da regalargli credibilità:

Facciamo persino fatica a capire la causa del Califfato basata sull’imposizione di valori culturali e religiosi, che noi aborriamo soprattutto perché abbiamo perso di vista i nostri.

Evidentemente per li abbraccia-terroristi di analisidifesa i terroristi dell’IS agiscono perché hanno dei profondi radici nella cultura e nella religione. Loro si che hanno dei valori, sia culturali che religiosi. Per esempio distruggere musei e usare bambini per ammazzare avversari.

L’ho già detto, usare linguaggio che pare allo primo sguardo dare supporto  all’Italia o NATO o quello che è, ma insistere su parole come “paura”, “chiacchiere”, “debolezza”, “siamo terrorizzati”,  “rammolito”, non è altro che propaganda contro l’Italia e NATO, e cioè psyop puro.

In Occidente si continua a dire che non bisogna chiamare “Stato” il Califfato per non riconoscerlo come tale ma di fatto lo è: ha persino un’amministrazione pubblica e scolastica, batte moneta ed è grande quanto la Gran Bretagna. Chiamarlo in un altro modo lo renderà meno Stato?

Si, non è uno stato, non bisogna riconoscerlo come tale, ma è esattamente quello che fa analisidifesa con la sua retorica, augurandoi pure la vittoria.

Non metto il link a analisidifesa perché vi scheda quando navigate sul loro sito. Andateci con Tor se proprio dovete.

Tag:, , , ,

5 responses to “Un po’ di propaganda”

  1. Pinnettu says :

    Però la posizione di Analisi Difesa non mi pare sia quella di “abbraccia terroristi” 🙂

    Molte delle firme di AD sono profonde conoscitrici del mondo militare, al quale, direttamente e indirettamente, sono vicine. Il tono critico nei confronti delle operazioni contro l’ISIS, deriva magari da altro, non certo da una qualche forma di pensiero anti occidentale.

    Negli ambienti vicini alla difesa e all’interno della difesa stessa (con i limiti di esternazione compatibili con il ruolo dei militari), non manca chi nutre una certa avversione nei confronti di operazioni militari di poco o nessun valore strategico per l’Italia, se non addirittura controproducenti, o che comunque si sono rivelate fallimentari. Diciamo che si è andati a rimorchio di paesi alleati, in operazioni che travalicavano il mandato dell’Alleanza Atlantica.

    Tutto questo le nostre FF.AA. e quelle europee in genere lo stanno pagando in termini di capacità operative. Dopo due decenni di operazioni asimmetriche, condotte tral’altro in un periodo di serie difficoltà di budget per il dicastero della difesa italiano e dei paesi europei in genere, si è quasi disimparato a condurre operazioni simmetriche, facendo venire meno le capacità di assolvere al compito primario delle FF.AA.

    Ora, di fronte alle operazioni contro l’ISIS, che sembrano effettivamente essere condotte in maniera superficiale, non è strano che qualcuno storca il naso.

    Mi piace

    • Anna Ryden says :

      No guarda Pin, che l’uso delle parole è quello che conta per un giornalista. O è totalmente incapace di scrivere, o è agenda l’uso di parole con connotazioni solo negative per quanto riguarda Italia, e piuttosto positive per quanto riguarda ISIS. “Cultura, religione, stato! Tutte cose che l’Italia non ha! ”

      Ho visto lo stesso uso manipolativo delle parole negli articoli sull’Ucraina: occio, non tutti gli scrittori lo fanno, c’è per esempio il blogger di logdef che più tecnico e neutrale non si può. Si può certamente attaccare le politiche italiane ma non è quello che stanno facendo.

      Mi piace

    • Pinnettu says :

      Non so, a me pare anzi che la critica all’occidente sia invece nel senso di non aver preso una posizione chiara e forte, dimostrandosi vili e deboli contro l’avanzare di ISIS.

      E questa è la verità. Nel caso specifico dell’Italia poi si rasenta il ridicolo. Assumere una posizione interventista chiara e precisa è quanto di più lontano possa accadere.
      Abbiamo inviato 4 Tornado contro l’ISIS in Iraq spendendo fiumi di parole nello specificare in ogni modo possibile e immaginabile che il loro compito è esclusivamente quello di fare ricognizione, che non sganciano nessuna bomba e che gli uomini a terra hanno solo compiti di assistenza militare alle FF.AA. irakene.

      I riferimenti ai “valori” dell’ISIS non credo vengano considerati tali dalla redazione di AD ma semplicemente nell’articolo son serviti a mettere l’accento su un punto che non è poca cosa e cioè che la determinazione che muove i terroristi è su un livello decisamente superiore al nostro che invece i nostri valori non riusciamo più a difenderli. Forse anche per quel serpeggiante pensiero antioccidentale di cui altre volte abbiamo parlato.

      Almeno questa è l’impressione che ho io, non solo riguardo la linea editoriale di AD, ma anche di molti altri che non condividono l’impostazione delle operazioni contro l’ISIS.

      Mi piace

  2. Er says :

    difendiamoci dagli attacchi di tutti i terroristi del mondo, russi e arabi.. di questo passo saranno presto saranno a Roma .. bombardiamo ISIS e portiamo la democrazia a quei poveri popoli massacrati ed oppressi!

    /sarc

    (vedere 20 anni precedenti per i risultati)

    Mi piace

  3. fausto says :

    IS fa guerra come da copione. Doveva servire a ridisegnare i confini del MO, e questo fa con notevole determinazione – anche se non sempre con esiti rilevanti. Nessuno ci racconta chi finanzia e chi arma una simile, gigantesca struttura, e credo si tratti del dettaglio più rilevante.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: