Exxon conferma Peak Conventional nel 2005

Il grafico del giorno lo rubo dal Energy Outlook 2015 della Exxon, che trovate qua.

L’outlook contiene dei bei grafici sulle nostre prospettive energetiche dal punto di vista della major petrolifera, ma è soprattutto il grafico sulle future “Liquids Supply” che ha catturato il mio interesse:

 Non per quello che dice sul futuro, ma per quello che dice sul passato. L’area verde è il developed conventional, che sembra essere piccato addirittura prima del 2005. Sommandolo all’area blu, il petrolio deepwater, ho un piccolo picco nel 2008.

Se dovessi tirare una linea dal picchino nel 2008 orizzontalmente verso destra vedo che per Exxon la produzione conventional+deepwater potrà raggiungere lo stesso livello solo verso il 2040.

In ogni caso Exxon stima che la produzione C+C (verde scuro+verde chiaro) diminuisce lentamente, cioè la produzione del petrolio economico non si riprende più.

Ovvio che gran parte del tight oil è della stessa leggera buona qualità, ma i costi di produzione rimangono molto più alte. Questione di definizione se chiamarli conventional.

2 responses to “Exxon conferma Peak Conventional nel 2005”

  1. Roberto Rondoni says :

    Dottoressa mi pare che questi dati (ovviamente senza mai parlare di EROEI) siano più ottimistici di quelli IEA o sbaglio? Vorrei approfittare per chiederle cosa ne pensa delle previsioni della dottoressa Gail Tverberg di un probabile collasso economico a breve termine (entro il 2016) e se non le pare che il post-picchismo (la cui validità dal punto di vista fisico mi pare sia innegabile) non tenda talora ad una lettura ex post degli accadimenti economici. Grazie e saluti.

    Mi piace

  2. Anna Ryden says :

    Tutti i dati sul futuro sono sbagliati per forza, sono solo stime. Tornando nel passato abbiamo visto che le stime più ottimiste sulla futura offerta di petrolio erano quelle giuste, perché nessuno aveva capito l'effetto che avrebbe avuto l'espansione monetaria sull'acesso a credito facile per nuovi progetti esplorativi/di produzione che altrimenti non sarebbero mai nati. Non penso che la SIg.ra Tverberg abbia ragione sulle imminenti catastrofi elencati nell'ultimo post.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: