Violazioni acque territoriali svedesi con sottomarini russi

Aggiornamento ore 18:00: Zerohedge ha pubblicato un articolo per chi vuole più informazioni.

Con un governo di sinistra in Svezia ci sono solo due certezze, uno: che aumentano esponenzialmente le idiozie nella gestione della spesa pubblica, e due:  che aumentano esponenzialmente le violazioni delle estremamente difficilmente navigabili acque territoriali svedesi da parte di sottomarini russi.

Questa volta si tratta di Kanholmsfjärden. Ecco la mappa:

Arcipelago di Stoccolma; il puntatore Google Maps indica il Kanholmsfjärden

Hai voglia.

Molti dettagli non ci hanno regalato i media, solo che le informazioni più importanti vengono da una fonte (militare?) fidata. 
Ma sembra certo che la difesa (difesa?) svedese stia cercando o cacciando un minisottomarino che si sta nascondendo sul fondo marino non meglio specificato dove, ma forse appunto in mezzo al Kanholmsfjärden un paio di ore di navigazione da Stoccolma.
Questi minisottomarini fanno parte del massiccio investimento russo in tecnologie sottomarine degli ultimi anni, investimenti molto più importanti che durante l’era sovietica.
Sono piuttosto segreti e non esistono molte immagini, potrebbe trattarsi di questi annunciati l’anno scorso, ma sempre senza foto. I minisottomarini stanno nella pancia di navi molto grossi e vengono rilasciati tramite portelli. Questi ultimi modelli possono portare missili e sistemi completi di torpedo. Durante la guerra fredda erano muniti di crawler per “camminare” sul fondo mare.

Ora, il sottomarino cercato è rotto. Prima ancora dell’avvistamente da parte di un privato non identificato, è stata intercettata una richiesta di soccorso in russo su un canale radio usato solo per i soccorsi. Questo il 16 ottobre.

Di seguito sono stati intercettati altri messaggi, ma criptati. Si sa solo che partivano dall’punto del arcipelago svedese descritto sulla mappa sopra, e Kaliningrad, dove si trova la maggior parte della flotta baltica russa nonché le forze speciali Spetsnaz.

In questi giorni era presente in queste acque la nave russa NS Concord.  Si tratta di un tanker petrolio di 57mila tonnellate di proprietà russa e bandiera libica, con destinazione mare del Nord, cioè fuori dal Baltico. Fino a ieri sera era possibile vederla su MarineTraffic, ma hanno forse spento i loro sistemi AIS perché non si lascia più rintracciare.

posizione NS Concord ieri 18 ottobre 2014

Giornali svedesi dicono che dopo la pubblicazione della posizione della nave sui social media, questa ha preso una rotta verso est, quindi potrebbe anche trovarsi in acque fuori dal range dei sistemi privati che usa MarineTraffic.

In ogni caso ha abbandonato la rotta che avrebbe dovuto fare per il trasporto del petrolio. È una nave abbastanza recente, e se si tratta della nave madre, sicuramente ricostruita per ospitare i sottomarini.

Esperti militari svedesi speculano sul fatto che questi sottomarini sono talmente segreti che i russi non li possono salvare, meglio farli morire li sul fondo piuttosto che svelare segreti militari. Una violazione sottomarina che avrebbe dovuto rimanere segreta è ben diversa dai segnali politici di supremazia che ogni tanto ci regalano volando con caccia sopra territorio nazionale svedese. Le alternative sono posizionamento di mine, di attrezzatura SIGINT, o aggiornamento di sistemi già esistenti dalla guerra fredda.

Intanto gli svedesi hanno mandato due navi, la HMS Visby e la HMS Stockholm, a sorvegliare le acque, in caso i poveracci sotto acqua decidessero di uscire dal sub e salire in superficie.

Come diceva il vice-ammiraglio Alexej Kalinin nel 1981 quando il sottomarino U137 venisse accompagnato dalla marina svedese: “Addio e arrivederci”.

One response to “Violazioni acque territoriali svedesi con sottomarini russi”

  1. fardiconto says :

    Paura, levata di scudi, corsa alle armi, odio contro il nemico. Oggettivamente molto funzionale ad un certo tipo di interessi. Questa è sicuramente una vicenda importante.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: