Il vero interesse della Russia in Ucraina

In un contesto di global weirding il comportamento della Russia è perfettamente logico. La riannessione della Ucraina alla parte centrale dell’ex-Unione Sovietica è assolutamente necessaria da un punto di vista di sopravvivenza dello stato centrale.

Non si tratta di assicurare vie ex-Ucraina per il gas da vendere alla UE. Tanto Nordstream viene usata al 20% della sua capacità, e in realtà Ucraina non è che si era comportata tanto male con il gas. Tranne per il piccolo fatto che non lo pagava alla Russia.

Quello che sta succedendo ora è invece da leggere nella chiave calorica nel suo più basico senso italico. Grano. Ecco l’Ucraina dell’Est:

Ucraina = grano

Vi ricordate sicuramente gli accaduti del 2010. La Russia bruciava, un caldo torrido che ha colto il paese completamente impreparato. Non faceva così caldo dal 1920. Una siccità cinquecentenale che però è ritornata dopo meno di un secolo. Il risultato sulle raccolte è stato disastroso e Putin ha dovuto bloccare le esportazioni di grano per cibare il popolo russo.

A livello mondiale i prezzi hanno fatto un +50% tra maggio e agosto 2010. Nel grafico sotto il contratto continuo sull’Euronext, borsa europea di commodities. Il contratto è legato al mercato fisico francese che ha un solo delivery point a Rouen, e tende quindi comunque a una volatilità alta. Quest’anno dovrebbero aggiungere altri due silos. Ne avremo bisogno.

In ogni caso, anche dopo quella siccità disastrosa, il prezzo si è stabilito a un livello più alto. Ora costa più o meno come nel agosto 2010.

Si può discutere cosa ha causato la siccità. Non sono in pochi a puntare il dito su El Niño, anche se gli effetti così lontano dai trade winds dovrebbero essere non grandissimi.. Possibile comunque che il bimbo accaldi anche la Russia. Peggiorato dal fatto che poi in Russia non piove, mentre in Scandinavia e in Finlandia si annega uscendo dalla porta.

In ogni caso El Niño del 2010 era particolarmente debole e i grossi disastri del 1997/8 non si sono ripetuti. Ora vado a riprendermi il grafico sulle temperature, dove si vede quali sono gli anni El Niño:

Allora, debole o no, la temperatura era 0.6 centigradi sopra una media calcolata sugli anni 1950-80. Il trend delle temperature è crescente, e l’ultimo Christkind risale appunto al 2010. Ora Internet è piena di articoli che spiegano che il 2014 sarà un anno El Niño. Qua uno tecnico. Questa volta sarà massiccio.

the more heat in the Pacific, the bigger the El Niño and right now, 150 metres below the surface, a ball of warm water is crossing that ocean and it’s huge.

Sotto la superficie del non particolarmente Pacifico sta viaggiando una gigantesca palla di calore.

Siamo al 75% di probabilità che avremo questo tremendo El Niño. L’effetto sulle raccolte in Australia e in India è potenzialmente enorme. Gli Stati Uniti avrà tutta la pioggia che dovrebbe cadere nel sud-est asiatico, con aggiunta di uragani e tempeste un po’ ovunque.

E la Russia si prepara, usando la solita raffinata diplomazia per assicurarsi la presenza del suo granaio preferito.

Si salva la Contea?

Chissà cosa succede a quel 5% di terreno che l’Ucraina voleva affittare ai cinesi. Il deal ci sarà o no?

2 responses to “Il vero interesse della Russia in Ucraina”

  1. Quesalid says :

    Oppure il vero interesse della Russia potrebbe essere questo

    http://ourfiniteworld.com/2014/05/07/russia-and-the-ukraine-the-worrisome-connection-to-world-oil-and-gas-problems/

    oppure tutti e due….di questi tempi capire è problematico…

    Mi piace

  2. Anna Ryden says :

    Si Tverberg ha ragione: Il problema della Russia è che l'Ucraina non paga il gas.
    La soluzione della Russia però, riprendersi una grande parte del ex-stato sovietico, non è economicamente sano. Avrebbe più senso lasciare che Ucraina diventasse europea in modo da garantire pagamenti e industria ucraina, e invece sono li a proteggere interessi nazionalisti.
    Il mio post è improbabile come tutta la geopolitica, è un mio spunto di riflessione, giusto per dire quello che dici tu, …di questi tempi capire è problematico…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: