No a brevetti DNA apre a un nuovo futuro per la genetica

Personalmente spero che l’UE, già che c’è, segua l’esempio statunitense e legifera la questione DNA naturale/sintetico (da ft.com).

La corte suprema statunitense ha bloccato la possibilità di avere brevetto su geni che esistono in natura. Giustamente geni costruito possono ancora essere brevettati.

Deve sempre essere possibile avere un brevetto su una cosa nuova, ideata, creata/costruita, e per definizione il gene del colore dei miei occhi non rientra in quella categoria. A meno che non si tratti di una cosa nuova, ideata e costruita 5 miliardi di anni fa da Dio, e in quel caso è Lei a tenere il brevetto.

Di conseguenza Mon(ster)santo, almeno negli US, non può più patentare la vita stessa e questo vale anche per le aziende farmaceutiche.

La funzione del DNA, semplificando, è di creare RNA che a sua volta crea proteine. I geni sono quindi parti codificanti del DNA, e vengono copiati per creare il RNA. La presenza e assenza delle proteine che vengono creati dal RNA sono i mattoni della nostra vita e determina tutto su di te. Tipo la grandezza dei piedi, e altro.

Chi dice che questa sentenza fermerà totalmente la ricerca sulle malattie genetiche ed altro non ha mai capito la differenza tra DNA, cDNA (complementary DNA) e come funziona la replica tramite RNA.

Infatti, gli analisti dell’industria genetica/farmaceutica hanno preso la sentenza come un fatto positivo, premiando azioni farmaceutiche. Finalmente startup e maturi sanno cosa hanno il permesso di fare e cosa no, e questo rende tutta l’industria più stabile, analizzabile, e investibile.

Per tornando a Monsanto, questo dovrebbe significare che tutti i loro brevetti su geni naturali non sono più validi, almeno negli Stati Uniti. Brevemente si tratta dei brevetti che l’azienda usa per denunciare agricoltori quando questi scoprono colture contaminate nei loro campi. Un piccolo imprenditore non regge la pressione economica e dopo qualche anno si vede costretto a vendere i terreni per ripiagare i debiti. Un imprenditore buono è un imprenditore morto.

Purtroppo questo non ferma l’abuso che Monsanto fa della manipolazione genetica per creare OGM. La parte di manipolazione genetica OGM di Monsanto è volta a rendere le colture resistenti a pesticidi e erbicidi, sempre di produzione Monsanto. In questo modo i campi possono essere trattati uccidendo tutto tranne la coltura stessa, ma allo stesso tempo riempendo il nostro cibo di veleni.

Vi è evidenza che le colture OGM necessitano di quantità crescenti di veleni per riuscire a crescere. Quindi il sostegno di questo tipo di agricoltura diminuisce la biodiversità sia terrena che acquatica.

A lungo termine non sappiamo quali possono essere i danni a noi umani. Che la Monsanto non abbia nessun tipo di etica nel provare i loro prodotto direttamente su esseri umani prima di passare in laboratorio è fatto noto. 400 mila morti e 500 mila bambini nati handicappati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: