Fornero: Non basta aumentare il NAIRU

Oggi ilSole mi regala un grande e cosa vi avevo detto.

Io ho comprato la versione albero morto, ma eccovi il link all’articolo: Fornero: stop all’automatismo inflazione-aumenti salariali

Il link non vi dà il diritto di leggere l’articolo, ma non fa niente, perché oltre al titolone, Pogliotti non scrive assolutamente niente di utile sul tema. Il resto dell’articolo parla solo dell’idignazione dei vari presidenti dei vari sindacati, e poi c’è qualche riga sul fatto che la Fornero vorrebbe meno tasse per chi assume un’apprendista.

Ironicamente in mezzo c’è il solito “LA PAROLA CHIAVE”, iniziativa del Sole per spiegare termini tecnici ai non economisti, nel tentativo di compensare perdita di lettori attraendo noialtri, oggi sul tema “Ipca”.
E cioè l’indice armonizzato dei prezzi al consumo.

Termine che però dentro l’articolo non appare neanche una volta. Che Pogliotti avrebbe voluto scrivere un’altro tipo di articolo?

Insomma, immagino la Fornero si riferisca a questo:

Almeno secondo i dati Istat, sia operai che commessi hanno avuto uno sviluppo salariale lordo inflazionistico, con l’eccezzione dell’operaio guidatore.

Ho aggiunto solo una categoria di dipendente dei ministeri, quello con il salario più alto, ma in ogni caso nei ministeri hanno tutti avuto sviluppi salariali più bassi dell’indice al consumo.

L’immagine sarà stato diverso se fosse stato incluso anche i prezzi dell’energia nel indice al consumo, e i salari fossero stati al netto. La nuova tele la compri con lo stipendio netto, non con quello lordo.

Ma evidentemente già così gli stipendi sono troppo alti, e quindi forse non basta aumentare la disoccupazione per tenerli sotto controllo. Bisogna fare in modo che i sindacati siano solidali con il governo smettendo di insistere sull’indicizzazione

4 responses to “Fornero: Non basta aumentare il NAIRU”

  1. Anonimo says :

    Non è solo la tele che compri con il netto ma anche la babysitter e la badante, con le quali oltretutto il cuneo fiscale funziona doppio ove mai ti spericolassi ad assumerle regolarmente.

    Quindi la retribuzione netta di molti lavoratori di base non è comprimibile oltre un certo limite perchè se no restano a casa a guardare bimbi e vecchietti.

    Chissà perchè questo le grandi menti dell'economia non lo capiscono, ma la cosiddetta fascia dei NEET, guarda caso in aumento, invece lo certifica puntualmente.

    Mi piace

  2. fardiconto says :

    Totalmente fuori tema, leggete questa:

    http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/articoli/1068002/il-ceo-di-ryanair-ci-riprova-le-cinture-inutili-meglio-viaggiare-in-piedi-e-spendere-meno.shtml

    Credevo fosse una barzelletta, ma mi pare di capire che le cose stiano diversamente.

    Mi piace

  3. Anna Ryden says :

    A furia di insistere prima o poi lo acetteremo. (cioè io no, ho troppi libri da leggere. seduta)

    Mi piace

  4. Medo says :

    Ho da sempre boicottato RyanAir, meglio viaggiare meno ma meglio. Poi nessuna delle destinazioni proposte mi ha mai interessato. In ogni caso, se qualcuno là fuori crede che tra dieci anni esisterà il volo come mezzo di trasporto, evidentemente non ha chiaro cosa significa “refining capacity” per l'Europa di oggi e del breve futuro: siamo alla fine del mondo “just in time”, sarà rapidissima a posteriori anche se per ora ci sembra un bellissimo e duraturo strazio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: