Carta straccia

Sapete che leggo regolarmente ZH e ogni tanto c’è un articolo che vale la digestione. Ieri il l’articolo “Can the Fed Ever Exit?” mette in luce la grandezza allucinante del bilancio della Fed, entro un anno di 4 mila miliardi di dollari, e la probabile impossibilità di uscirne. Il modo principale per uscire, meglio conosciuto come exit strategy, sarebbe la vendita, o ancora meglio, la maturazione.

Ma visto il mutamento del portafoglio Fed verso maturità più lunghe non è possibile per la Fed ridurre il bilancio tramite la maturazione delle obbligazioni. Una naturale maturazione a questo punto avverrà solo nel 2016 e allora solo nella grandezza di 250 miliardi. Ma gli asset di “troppo” valgono 2,5 mila miliardi.

Vendite. Una vera vendita è impossibile, perché il mercato prezzerebbe gli asset come se la Fed volesse tornare alla normalità, vendendo per i 2,5 mila miliardi che sono di troppo, e non per quei 200-300 miliardi che effettivamente farà. Un disastro per la Fed che si troverebbe con asset fortemente svalutate, ma con interessi da pagare finalmente a prezzo di mercato. Un mark-to market invece dell’attuale mark-to-fantasy.

Quindi non ci sono modo per la Fed di disporre degli asset comprati in questi anni. Non ci sono exit strategy che possano funzionare. Questi asset allora cosa possono valere? E la stessa cosa vale per ESM, ESFS, e anche la ECB che sono tutti li con le mani nella marmellata ammuffita comprando obbligazoni di sicurezza sempre più scarsa.

Nel caso delle obbligazioni soprattutto, gli stati emettenti devono, e non c’è proprio scampo, far fede ai loro impegni, e pagarli. Tutto qua, ma totalmente impossibile. La Grecia ogni volta è costretta a emettere altre obbligazioni per miliardi di euro, a interessi sempre più alti.

E la ragione perché tutti noi li lasciamo fare è perché i mercati finanziari non sono carinamente visualizzabili. L’immagine della signora che entra nella bottega “Credito su Pegno” sotto l’insegna “Presti a te stesso!!!”, fa pena, e tutti noi sappiamo che quell’anello non lo vedrà mai più. Ma sulla scala dai mille miliardi in sù perché ci fidiamo?

Semplicemente perché è molto più difficile da capire.

I paesi indebitati hanno visto i loro credit rating abbassati, e seguiranno altri abbassamenti. Il cestino pieno di obbligazioni sicure è sempre più leggero. Da qualche parte ho visto la cifra di 45% in meno dal 2007 ad oggi. Nonostante l’altro cestino, quello pieno di roba da buttare, è sempre più pesante. Stiamo pegnando i vecchi giocattoli dimenticati in cantina e le mutande della nonna.

Ed è li anche la spiegazione degli interessi bassi da record su carte considerate strasicure, quelle tedesche e quelle americane, per intenderci. Ma se quelle americane sono invendibili, per i ragioni di sopra, cosa valgono veramente?

4 responses to “Carta straccia”

  1. Climber15 says :

    Cara Anna, il re è nudo abbiamo bisogno di un bambino che lo gridi al mondo. il problema è che il re della favola aveva vestiti nell'armadio il nostro ha l'armadio vuoto.

    Mi piace

  2. Medo says :

    Propongo un brindisi al razionamento della benzina in California, fa parte di quegli avvenimenti “sentinella” in cui puoi anche barattare col benzinaio la stessa auto nuova per acquistare costosissima benzina, a patto che questa ci sia. Il pegno, il baratto, oppure i sotterfugi per fregare moneta o oro (a seconda che si viva in epoca di vacche grasse o magre), funzionano finchè ci sono abbastanza cose. Qui siamo a cavallo tra la crisi di sovraproduzione e la carestia, la generazione degli umani “just-in-time” ha creato un tipo di mondo che ha 3-4 settimane di autonomia.

    Mi piace

  3. Anna Ryden says :

    La California ha leggi più stringenti per le emissioni e nello stato non possono vendere gasolina o diesel che viene da stati con leggi meno severe. Se la Chevron non avesse avuto la sfortuna dell'incendio nella raffineria california, in conconmitanza con manutenzione in quella della Exxon, non ci sarebbe stato razionamento. Una serie di sfortune, che ha migliorato i bilanci delle altre attività di raffinazione in California, di BP e Shell per esempio. Operano sempre con margini strettissimi in quel settore.

    Mi piace

  4. Nuke The Whales says :

    Quindi che cosa succederà ?

    SNAFU , come dicono gli americani.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: