I soliti titoloni sull’oro

Il World Gold Council ha rilasciato una press release dove si professano preoccupati per l’andamento dell’oro. Questa press release è stata fedelmente riportata dai giornalisti di finanza in almeno tre dei giornali che leggo quando posso, IlSole “Oro, in frenata (-7%) i consumi mondiali”, poi lo svedese SVD “Fine del gold rush”, anche FT “Prezzo dell’oro in caduta”. Titoloni che fanno impressione a chi potrebbe aver investito in oro. Sembra proprio che ci sia stato un calo importante, qualcosa di molto preoccupante per gli investitori.

I tre giornali non sono molto d’accordo su cosa esattamente stia succedendo, e soprattutto su quale periodo concentrarsi. Gli italiano paragonano con il trimestre precedente, gli inglesi con il picco di massima domanda (Q3 2011) e gli svedesi hanno semplicemente deciso che gli investitori non lo considerano più un’investimento sicuro, perché ormai è tutto a posto.

La colpa sarebbe comunque dei consumatori indiani e cinesi, che stranamente non vogliono più l’oro ai ritmi di sempre. Le loro banche centrali invece, stanno facendo record di shopping.

Da bloomberg tramite ZH rubo questo grafico, domanda contro il prezzo.

Guardando bene  si vede che una domanda così bassa, cioè 960 tonnellate, c’era l’ultima volta nel Q1 2010, più di due anni fa. Il prezzo in dollari era 1100 all’oncia troy, oggi 1600. Un’aumento di 45%.

E se guardiamo più vicino, vediamo che il prezzo dell’oro in dollari è infatti sceso 13% dal picco in agosto 2011. Solo che quel picco era una bella anomalia, un outlier, solo un mese prima era ai livelli di oggi.

Ma per gli italiani, almeno se investono in oro fisico, è il prezzo dell’oro in €uro che conta. E quello, anche se giù dal picco massimo in settembre 2011, a un anno è su 7%. Figuriamoci dal Q1 2010: su 61%.

Per non parlare della sterlina Elisabetta. Di nuovo sopra i 300€. Nessuna domanda debole all’orizzonte. Infatti gli europei comprano oro come mai.

E se non lo fanno cinesi e indiani, posso solo pensare che anni di inflazione CPI alle stelle sta rendendo loro impossibile mettere via quella parte dello stipendio in braccialetti d’oro. A un certo punto il braccialetto si vende per comprare grano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: