L’Osservatorio 31 luglio 2012

Notizie interessanti raccolti in questi giorni:

  • Il rallentamento dell’economia reale ha messo pressione sul prezzo del ferro. Per Alphaville il prezzo spot è sceso sotto i 120 dollari/tonnellata, il livello critico dove tanti produttori, soprattutto cinesi pare, sono costretti a smettere di produrre ferro per costruire i loro stadi olimpici vuoti, città vuote, e ferrovie senza viaggiatori. Se le voci in rete sono vere, negli prossimi anni ci saranno tanti nuovi produttori di ferro in Africa, che produrranno a 30-40 dollari, o a 60-80 dollari. Dipende chi si ascolta. In ogni caso sembra che i minatori andranno incontro a un periodo di sovraofferta.
  • La siccità è arrivata ora anche in Asia. La stagione dei monsoon presenta 22% meno pioggia del normale. Zerohedge specula che l’unica cosa che impedisce alla Peoples Bank of China di stampare da matti è il timore di annegare il mercato di soldi nuovi proprio mentre va a mancare gli alimentari, il che porterebbe a un’inflazione CPI insostenibile per gran parte della popolazione, e quindi manifestazioni violenti.
  • La siccità in Cina aiuta però gli agricoltori di soia americani, che riescono a vendergli la loro soia a qualsiasi prezzo.
  • Il 2011 ha regalato a noi europei la siccità peggiore degli ultimi 100 anni, ma nonè che siamo messi molto meglio quest’anno. Anche il nostro mais sta appassendo. La regione che spanna dall’Italia attraverso la regione del Mar Nero fino a Ucraina è responsabile di 16% della raccolta mondiale, ma soffre ora di temperature 5 gradi sopra il normale.
  • La Russia che due anni fa ha vietato l’esportazione per colpa della siccità potrebbe rifarlo anche quest’anno. La stima della raccolta è stata corretta in giù di quasi 10%. Un duro colpo per la lotta contro l’inflazione, ora data a 3,6% ma stimata a 8% se la situazione peggiora.
  • E la Grecia è pleite, al verde, panka, flat broke. Per l’ennesima volta negli ultimi 2 (3?) anni. Sono sull’orlo del baratro, secondo il giornale svedese. Il ministro per le finanze Saikouras frigna che non hanno ricevuto il pagamento di sostegno atteso e che ora non hanno più soldi in cassa. Vorranno emettere obbligazioni a breve termine per riuscire con il roll-over del debito il 20 agosto di 3,2 miliardi di euro.
  • Europa ha raggiunto una media di 11,2% di disoccupazione. Con una stima di 12% per il 2013. In Spagna e in Grecia quella giovanile è a 50%. Direi che un’altissima disoccupazione, alti prezzi alimentari e petrolio di nuovo in salita ha una buona possibilità di tenere sotto controllo l’inflazione. Anzi, di rinforzare la deflazione, che almeno prolunga il periodo in cui comprare oro.
  • Da thinkprogress la notiziona che uno studio finanziato dai sfamosi fratelli Koch ha trovato che il riscaldamento globale è un fatto vero, grave, e tutto colpa dell’anidride carbonica emessa nell’atmosfera dai noi poveri esseri umani. Come dire, quando il diavolo invecchia.

3 responses to “L’Osservatorio 31 luglio 2012”

  1. Federico says :

    tutti fatti gravi, ma il monsone poco piovoso è davvero una catastrofe….ci vivono centinaia di milioni di persone per l'agricoltura in paesi poveri.

    Mi piace

  2. fardiconto says :

    Posso testimoniare la dimensione del danno: attorno a casa mia il mais soffre, e il sorgo pure. Anche gli alberi selvatici più giovani stanno morendo. Brutta cosa: quando crepa di caldo un olmo o un acero capisci bene che coltivare sarà difficile.

    Qualcuno però se la sta cavando bene, in primis:
    _ chi ha anticipato la semina delle primaverili, che vanno benino;
    _ chi aveva puntato sugli autunno vernini, che ovviamente van sempre bene.

    Dovremo darci ad una diversificazione più spinta (la rotazione di mio nonno); e ci dovremo adattare a contabilizzare rese medie meno forti.

    Mi piace

  3. Pinnettu says :

    Aggiungerei anche:

    1. Doppio blackout in India in pochi giorni (centinaia di milioni di persone senza corrente elettrica)

    2. Il prezzo dell'Henry Hub Natural Gas raggiunge un +50% in soli tre mesi.

    3. Disoccupazione Italia su fino al 10,8%.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: