Debito – Disavanzo 2007 – 2010

Ho scaricato dal sito dell’IMF i dati su disavanzo e debito pubblici, per gli anni 2007 e 2010.

Ogni singola freccia per i paesi probabilmente messi peggio in Europa, Belgio etc fino all’Italia puntano in su verso destra. In ogni singolo paese il disavanzo è aumentato, ovviamente aumentando anche il debito pubblico. Il disavanzo di quest’anno si somma al debito dell’anno prossimo.

Mi sembra abbastanza chiaro che sarà impossibile tornare indietro in un modo significativo. È vero che l’Italia nel 2010 ha migliorato il disavanzo, solo -4,6% sul PIL, invece dei -5,3 del 2009. Ma guardando i numeri si tratta di un risparmio di 70 milioni di euro o giù di li, grazie pare a dei fattori macroeconomici più favorevoli di quanto atteso nel 2010. Ma questi pochi soldi in più sono già stati spesi nei primi mesi del 2011 perché il petrolio ormai è a 120 dollari al barile.

Il piccolissimo miglioramento dell’Italia nel 2010 era solo temporaneo, e comunque non si trattava certo di costringere dipendenti pubblici ad andare in pensione più tardi. Si trattava di togliere insegnanti dalla scuola pubblica e costringere i genitori a comprare sempre più materiale scolastico.

Detto questo, il disavanzo è spesso anche soggetto di contabilità creativa. Per esempio investimenti nell’infrastruttura possono essere ammortizzati su tantissimi anni, invece di creare subito un grosso impatto sul disavanzo. Solo che si tratta di uno stato, non un’azienda, quindi ogni anno vengono fatti grandi investimenti, per non parlare di manutenzioni, nell’infrastruttura.

Un altro modo per imbellire il disavanzo è il metodo statunitense, di semplicemente dichiarare che le guerre contro il terrorismo non pesano sul disavanzo. Tutta la campagna Iraq+Afghanistan, ma anche la ricostruzione di New Orleans, non vengono inseriti nel budget.

Ma i debiti si accumulano lo stesso.

Tag:, , , ,

One response to “Debito – Disavanzo 2007 – 2010”

  1. fausto / fardiconto says :

    Beh, se il debito pubblico Usa orbita attorno a 8000 miliardi di dollari e le guerre iraq + afghanistan son costate 1180 miliardi (così dicono in rete), non è che cambi più molto. Bisognerebbe piuttosto mettere a punto una nuova unità di misura: vanno bene i fantastilioni??

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: