Il nuovo 147

Sembra proprio che non siamo solo molto più poveri che nel 2008, siamo anche un po’ più poveri che ad aprile:

Ad aprile il Brent aveva toccato 88$ un paio di volte, prima di “crollare”, ora non è riuscito a superare gli 86$.  86$ potrebbe essere il nuovo 147$.

Ieri il dollaro, nonostante le ultime due pomo di venerdi e lunedi per un totale di ca 11 miliardi, si è rafforzato, per colpa dei cinesi che hanno aumentato gli interessi per la prima volta in tre anni. Ovviamente il petrolio, che è correlato sembra solo al dollaro, ha perso ben 4%. Oggi il globo si è ripreso dallo shock, e il dollaro sta di nuovo perdendo terreno, e il petrolio sale. Vedremo fino a che livello, se rimbalza di nuovo in giù. Chi è più forte, i magazzini americani pieni o la domanda cinese che non rallenta?

Tag:, , ,

3 responses to “Il nuovo 147”

  1. anonimo says :

    “Ovviamente il petrolio, che è correlato sembra solo al dollaro”

    eh già, come scrivevo precedentemente, pare proprio che sarà più facile restare a corto di petrolio a causa di banche, finanziarie e portafogli degli appartenenti a Club e Lobby, che a causa della sua limitatezza fisica… ah, non dimentichiamo che il costo dei macchinari per estrarre s’inflaziona pure lui, ma tanto ci sono gli elementi di qui sopra che influiscono più pesantemente su barile e possibilità d’approvigionamento (“dalla terra”).

    Una cosa è la realtà naturale, altra l’economia della moneta artificiale.

    POMO o non POMO, la carta igienica di scarsa qualità che stampano (e che finisce che distrugge la vita delle persone) va a finire sempre alle stesse di persone (in genere non sono le stesse a cui la vita è distrutta): dalla finanza e dalle banche non si spostano quei soldi, ed il “reale valore” di quei soldi invece lo danno proprio quelle persone che poi non li ricevono… ergo se si volesse… va beh, è altro argomento… (a proposito degli ultimi POMO: è curioso che la cifra possa essere arrotondata proprio ad UNDICI di miliardi, non so se valga di più l’11 o gli stracci colorati da rotativa)

    E mentre in Francia gli aerei stanno a secco GRAZIE alle proteste, (che si spera continuino, chissà che magari finisce anche il carburante dei portavalori, almeno in piazza scende la nazione tutta: forse non sarà sufficiente, i trader e gli speculatori in genere potranno continuare ad operare lo stesso fino a che ci sarà elettricità, e in Francia…), Cameron fa dei talgli al pubblico che presumibilmente causeranno altre proteste (che poi tanto chi sta in cima alla piramide poveretto è disorientato e gli risulta difficile contare chi sta sotto, dunque i numeri delle finanziarie per loro sono solo numeri -che per inciso non toccano un granche chi sta in cima- ), in america il Nobel perla pace è riuscito a permettere la creazione di un mostro di debito (che Bush, paradossale, era un poppante a confronto) la China…
    …eh, la China taglia ancora l’export di terre rare (o almeno cosi dice qualcuno, e qualcunaltro dice il contrario, tipo un Ministero) e NOI invece (cioè quelli stati che dovrebbero detenere il restante 3%-5% di terre rare, o in altri termini, che sono ATTUALMENTE a conoscenza di detenere) le bruciamo nei fantastici fornelloni hightech o le sotterriamo o spediamo all’estero nei paesi che non sanno che farsene ORA, dopo averle usate solo per qualche tempo in oggetti che poi definiamo RIFIUTI, anzi che (se non siamo ancora in grado ri riciclare o riprocessare) stoccarle accuratamente, facendo il meglio di quanto le conoscenze attuali permettono, in previsione di vederle come una MINIERA in futuro.

    Per fortuna che accadono queste cose (forse…a sapere qual’è il vero fine…)
    http://www.presstv.ir/detail/147434.html

    Saluti.

    anonimo, 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: