Unione Petrolifera e i fondi sovrani

Ovviamente non ho continuato a leggere la versione inglese, dopo le letteralmente incredibili affermazioni sulle riserve preferisco rimanere italiana. Anche più comodo perché non devo tradurre.

Ho trovato molto interessante la spiegazione del picco del prezzo avvenuto nel 2007.

Ci sono due campi qua:  “peak oil” e “speculazione”.

Per “peak oil” ho già letto mille volte in giro per Internet che nonostante il prezzo continuasse a salire, OPEC e Russia e Messico etc non sono stati in grado ad aumentare la produzione. Gli scrittori aggiungono sempre grafici belli convincenti, e infatti anch’io sono stata in grado a produrre gli stessi grafici, produzione con sovrapposto il prezzo, autoconvincendomi senza problemi. I numeri non mentono.

Nel campo opposto, “speculazione”, non ho mai trovato una spiegazione. Gli scrittori “anti-peak” tendono a urlare SPECULAZIONE senza poi dire chi e come. Forse è per quello che “peak oil” così rapidamente convince chi comincia a informarsi. Qua per la prima volta vedo nero su bianco una possibile spiegazione alternativa, o nel caso del documento dell’Unione Petrolifera, complementare, al picco del prezzo del 2008: I fondi sovrani.

I fondi sovrani sono quei fondi dove i produttori intelligenti di petrolio, come la Norvegia e l’Arabia Saudita, parcheggiano i soldi derivanti dal petrolio per proteggere le generazioni future, quando non ci sarà più il petrolio. OT: La Norvegia ultimamente sembra un po’ meno intelligente, visto che hanno deciso ora proprio ora di investire massicciamente in titoli greci. Il parcheggio infatti di solito avviene tramite titoli di stato esteri e valute estere, soprattutto dollari.

I fondi sovrani quindi sono la prova migliore che peak oil è la realtà. Se il petrolio fosse infinito, nessuno avrebbe bisogno di proteggere le generazioni future.

Ormai le SWF (Sovereign Wealth Funds) sono 51 e controllano 4.000 miliardi di dollari, $4.000.000.000.000. Nel 2007 controllavano 3.000 G$, quindi sono cresciuti 30% in questi tre anni.

I fondi dei produttori di idrocarburi sono cresciuti immensamente con la rapida ascesa dei prezzi dal 2004 fino ad oggi, e si stima che nel 2015 i fondi controlleranno 12.000 G$.

Il problema è che la grande maggioranza dei fondi si trovano in paesi non democratici, sono totalmente intrasparenti, non rilasciano informazioni, e si teme che vengano gestiti politicamente, con effetti destabilizzanti per la geopolitica. Qualsiasi banca o istituto di credito europeo o americano in difficoltà può essere facilmente comprato da qualsiasi fondo cinese o arabo. Infatti nel 2007 sia Merrill Lynch che Citigroup sono stati i bersagli di alcuni di questi fondi sovrani, che sono entrati con 70 miliardi di dollari. La maggiore liquidità dei fondi d’investimenti, hedge funds e altri ha creato pressione sulle materie prime, non solo gli idrocarburi. La quantità di WTI scambiata sul Nymex nel 2007 era di 482 milioni di barili al giorno, più del doppio che nel 2004, e 600 volte più della quantità fisicia effettivamente negoziata.

Quindi, i fondi sovrani hanno bisogno di investire, entrano pesantemente nelle banche occidentali, la liquidità in più crea pressione sulle materie prime, le transazioni aumentano di 160%, il prezzo del petrolio di 170%.

Il PIL italiano nel 2008 era di 1.272 miliardi di euro, soltanto il doppio del fondo più ricco, il Abu Dhabi Investment Authority. Potrebbero comprarsi gran parte dell’Italia, se fosse in vendita, quando per esempio hanno finito l’acqua, e usare la nostra.

3 responses to “Unione Petrolifera e i fondi sovrani”

  1. giuseppe says :

    Così per caso mi sono imbattutto nel tuo blog,bhè,volevo solo farti i miei complimenti per i bei post che hai fatto. E' veramente materiale introvabile, dati, cifre, ancora complimenti. Penso che questa sia vera informazione 🙂
    io ho un sito dove scrivo notizie poco trattate o non trattate affatto dai media in genere.
    Il mio sito è http://www.ilpuntodivista.org
    Buon lavoro.

    Mi piace

  2. giuseppe says :

    Dimenticavo,il video della pubblicità della nissan l' ho caricata sul mio sito..
    DEvo ringraziarti per l' ispirazione 🙂

    Mi piace

  3. oronero says :

    Benvenuto 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: