Petrolio ovunque

Oggi vi traduco parte di un’articolo di Forbes sul nuovo petrolio che hanno trovato in California.

… Ora Occidental Petroleum ha trovato un altro modo per sconvolgere l’opinione comune che i giorni del “petrolio facile” negli Stati Uniti sono finiti. L’anno scorso la Oxy (soprannome della Occidental) ha annunciato che aveva scoperto petrolio fuori da Bakersfield, in Kern County, California. Sarebbe la più grande scoperta di petrolio su terraferma che gli Stati Uniti ha visto in tre decenni. È probabile che detiene più di 1 miliardo di barili di petrolio (e l’equivalente di gas naturale) che sarà facile ed economico da estrarre.

Bakersfield ridente cittadina

(1 miliardo di barili corrisponde a ca 50 giorni di consumo di petrolio degli USA)

Che il pozzo si trova in un bacino di idrocarburi che è stato in uso più di 100 anni fa convalida la filosofia decantata da Steven Chazen Oxy Presidente e Chief Executive Ray Irani R.: Il posto migliore per trovare il petrolio nuovo è in giacimenti petroliferi vecchi. C’è anche la prospettiva allettante di trovare tanto altro petrolio “facile” negli Stati Uniti. Questo ridurrebbe la dipendenza dal petrolio estero, ma sarebbe anche molto più economico rispetto al petrolio in acque profonde – l’estrazione del nuovo petrolio costerebbe circa 10 dollari al barile rispetto alle $ 30 (incluse imposte e canoni di estrazione) o più per i progetti in acque profonde. “E ‘simile a l’economia medio orientale”, dice Irani.

(Ma che cosa significa “ ridurre la dipendenza dall’estero”? Vietando la vendita a operatori stranieri o a paesi stranieri? Se la Cina offre un prezzo più alto dubito che la Occidental non glielo vende)

Entro due anni il campo potrebbe produrre 100.000 barili al giorno (1 miliardo / 100 mila = 10.000 giorni / 365 = 27 anni di operazione), prendendo posto tra i cinque campi più grandi negli Stati Uniti, generando un utile netto di 1 miliardo di dollari l’anno (100 mila x 365 = 36,5 milioni barili all’anno; 1 miliardo / 36,5 milioni = l’azienda guadagnda 27 USD al barile. 27 USD + 10 USD di costo per l’estrazione = 37 USD. Il prezzo del barile oggi è 83 USD). L’azienda vanta già i maggiori margini netti rispetto a qualsiasi altra società petrolifera, con 3 miliardi di dollari guadagnati su 18 miliardi di dollari di fatturato l’anno scorso. “Questa scoperta cambia le regole del gioco”, afferma Douglas Leggate, analista della Bank of America. “E non solo per Oxy”. Lui pensa che il serbatoio è 6.000 metri sotto terra, allungandosi per 80 km a nord attraverso territorio controllata dalla Chevron (che ha una quota di minoranza nella scoperta della Oxy) e Aera Energy (joint venture tra ExxonMobil e Royal Dutch Shell).

( La Shell è olandese-britannica, non americana. E la Exxon è una delle azioni più tratte sulla borsa, probabilmente ci sono migliaia di stranieri che posseggono parte dell’azienda.)

Il segreto del successo Oxy: niente wildcatting (Cercare petrolio in zone privi di campi conosciuti) “Il nostro business è il recupero del petrolio, non la sua scoperta”, dice Chazen. Nelle vicinanze della nuova scoperta c’è un campo centenario di nome Elk Hills, che Oxy ha comprato dal governo degli Stati Uniti nel 1998 per 3,6 miliardi di dollari. L’accordo è stato promosso dal allora vicepresidente Gore come parte della sua iniziativa “Reinventing Government” – cioè, che i burocrati uscissero dal business petrolifero. Oxy è stata criticata per aver pagato troppo. L’azienda ha installato apparecchiature che estrae più petrolio mediante iniezioni di vapore e detergenti. Nonostante pompa 400 milioni di barili al decennio (quasi 110.000 barili al giorno), Elk Hills ora ha riserve più grandi di quando Oxy l’ha comprato. Oxy ha aumentato la sua presenza in California a 1,3 milioni di ettari.

Perché non comprare altri giacimenti vecchi? Oxy dice di aver già abbastanza progetti per espandere petrolio e gas del 5% all’anno. A che punto Oxy sarà così grande che non potrà crescere allo stesso ritmo? “Sarò morto allora”, sorride Irani. E si corregge: “Noi non vediamo un problema per i prossimi dieci anni o giù di lì.”

 

(Nessun Peak Oil per la sua azienda quindi)

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: