O R O N E R O

Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. Mark Twain

Waiting for LTRO

Pubblicato da oronero su 29 febbraio 2012

Agg: nel LTRO di oggi la BCE ha aggiunto altre 529 miliardi di €, arrivando così a un totale di 1000 miliardi di €. Questo dovrebbe salvare le banche che ne usufruiranno attraverso tutto il triennio 2012 – 2014.

In attesa del risultato del LTRO2  – quanti migliaia di migliardi? – che dovrebbe tenere la borsa sotto le braccia per un altro mese e mezzo, mi sono fatta un disegno per vedere che effetto potrebbe avere.

Come vedete si tratta di un paragone dei cambiamenti percentuali di rame e Brent degli ultimi anni. Sopvrapposto gli interventi monetari più clamorosi.

Quando QE1 finì sia Brent che rame hanno avuto alcuni mesi di correzione al ribasso. Ma durante l’estate Mr. Bernanke ha annunciato QE2 e la collettiva investitrice ha fatto un salto di gioia riprendendo da subito a redirigere soldi nel complesso materie prime.

Siccome non era politicamente corretto annunciare il QE3, la FED ha deciso per un Operation Twist a settembre 2011, senza che questo però riuscisse nel compito.

Entra LTRO1 a dicembre 2011. Sia rame che Brent hanno reagito con decisione.

È quindi probabile che anche questa volta avremo almeno un altro, se non due mesi di ascesa. O almeno di assestamento.

About these ads

4 Risposte a “Waiting for LTRO”

  1. [...] un ottimo lavoro grafico di Anna Ryden (Oronero) la quale scrive a [...]

  2. nottebuia ha detto

    Reblogged this on nottebuiasenzaluna and commented:
    come non rebloggare questo lavoro? perfetto.

  3. [...] un ottimo lavoro grafico di Anna Ryden (Oronero) la quale scrive a commento: Come vedete si tratta di un paragone dei cambiamenti percentuali di [...]

  4. fabrizio 73 ha detto

    Sinceramente se i soldi destinati alle banche fossero rimessi nel sistema produttivo, l’inflazione conseguente sarebbe il minore dei problemi.
    Il problema è che questi soldi le banche le usano per comprare i titoli degli stati (quindi soldi altamente improduttivi) e i futures sulle materie prime finendo per aumentare l’inflazione senza aumentare la produttività.
    La BCE dovrebbe istituire un fondo nazione per nazione, a cui le imprese possano accedere per avere credito agli stessi tassi agevolati delle banche.
    Dare i soldi alle banche è di per se un errore, se poi prestato a questi interessi così bassi, l’errore raddoppia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 48 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: