O R O N E R O

Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. Mark Twain

EEOR

Pubblicato da oronero su 5 giugno 2010

Regolarmente arrivano notizie su nuove tecnologie per l’estrazione secondaria (Enhanced Oil Recovery) che aumenterà il percentuale estratto e abbasserà i costi.

L’ultima novità è il Electrically Enhanced Oil Recovery, una meraviglia tecnologica che pare trasformerà le Oil Sands canadesi nella risorsa più verde del pianeta.

L’azienda con il brevetto è la Electro-Petroleum di Pennsylvania.

Il sito descrive tutto, ma faccio un riassunto:

  • Uso di corrente continua tra la superficie e il fondo del pozzo, che ammorbidisce il petrolio rendendolo estraibile.
  • Utilizzabili a profondità oltre gli 800 metri (2.500 feet), il limite della Steam Assisted Gravity Drainage (SAGD).
  • Costo dell’energia solo 4$ a barile, costo del capitale solo 11$/barile. Cioè una frazione del costo del SAGD, che ha il break-even a almeno 60$ al barile)
  • Nessun bisogno di acqua per generare vapore come nel SAGD.

A marzo l’azienda ha vinto il premio come uno dei 50 GoingGreen East Top 50 per l’innovazione tecnologia con potenziale di cambiare il mercato.

Un’azienda petrolifera che sta testando la tecnologia è la canadese Deloro. Loro sito qua.

Secondo una press release di ieri dicono che usando l’elettricità invece del vapore per estrarre le oil sands, quel tipo di petrolio diventerebbe una delle risorse energetiche più verdi del pianeta. Forse stanno un po’ esagerando qua.

La Deloro sta testando la tecnologia su un giacimento in Saskatchewan, vicini di casa di Alberta.

EEOR non usa acqua, non emette gas serra in situ, e applica energia elettrica locale.

Ma quanta elettricità ci vuole e come la producono, non viene descritto.

Quando la corrente passa attraverso il petrolio, inizia un processo conosciuto come cold cracking. Le molecole pesanti e asfaltosi vengono rotti e il petrolio diventa più leggero, aumentando il proprio API. In più la corrente rende la sabbia più permeabile.

Su un giacimenti test in California, questa tecnologia ha aumentato l’estrazione da 5 b/d a 50 b/d.

La collaborazione tra EPI e Deloro dice che una volta diventata estrazione commerciale, la EPI pagherà 50% dei pozzi, ricevendo 50% del profitto fino al payout, dopodiché EPI riceverà il 10% dei profitti.

Wilkie, il giacimento della Deloro in Saskatchewan, dovrebbe contenere ca 63 milioni di barili.

About these ads

2 Risposte a “EEOR”

  1. silviu' ha detto

    Cito “l’estrazione da 5 b/d a 50 b/d”

    Il b/d che rapporto rappresenta?
    Scusa l’ignoranza. Grazie

  2. nickvandeerpeers ha detto

    barrel/day barili/giorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 48 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: