O R O N E R O

Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. Mark Twain

Annuncio di servizio: Migrazione blog

Pubblicato da oronero su 16 luglio 2012

Ciao cari

Sto migrando il blog. Il nuovo indirizzo è www.osservamondo.com (non c’era più nessun tipo di dominio libero con la sola parola oronero) su piattaforma blogger invece di wordpress.

Ho inserito tutti gli articoli e anche i commenti sono presenti. Il modello non è ancora quello definitivo, continuerò a cambiare l’aspetto finché non ho trovato quello giusto, con spazio per tutti gli extra che mi piacciono.

Vi invito a leggere la sezione “Sul blog” per informazioni sull’uso di cookies.

beijos

A

Pubblicato in: Petrolio | Leave a Comment »

Delusione shale gas in Polonia

Pubblicato da oronero su 14 luglio 2012

E di nuovo, ma non solo, è l’infrastruttura che manca. Mentre negli Stati Uniti il problema del gas è che non c’è la quantità di pipeline necessaria per scoprire il vero prezzo del gas, l’offerta semplicemente non incontra la domanda, in Polonia le pipeline non ci sono proprio. Figuriamoci un’impianto per GNL sulla costa del Baltico. Investimenti per miliardi di dollari, che probabilmente non ci saranno mai.

Purtroppo in Polonia sembra che manchi anche il gas. Almeno Exxon si è gia ritirato dal paese, visto che i pozzi esplorativi hanno dato buca, e nel frattempo si è capito che le risorse di shale gas nel paese non sono i 5000 miliardi di metri cubi previsti dalla EIA, ma solo intorno ai 700 miliardi. Sette volte meno. E per una quantità così misera gli stranieri non rimarranno nel paese.

Oggi il paese consuma ca 15 miliardi di metri cubi all’anno:

Dati: BP Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Gas naturale | Contrassegnato da tag: , , | 4 Comments »

Peak Hermés. Post per il venerdì pomeriggio.

Pubblicato da oronero su 13 luglio 2012

Un amico recentemente mi ha chiesto perché non avevo partecipato all’IPO Brunello Cucinelli, visto che “il lusso regge sempre”. Non avevo una risposta buona, tranne che semplicemente non trovo che la moda sia molto interessante da quel punto di vista. E poi non sono mai stata convinta di quella tesi.

Avrei certamente potuto parteciparci come hedge contro i prezzi della lana in aumento - soltanto che è già un anno che la domanda debole dalla Cina, per mancanza di consumatori occidentali, sta correggendo i prezzi. Anche se arrivano notizie sconcertanti sulle temperature in Brasile dubito che la nuova classe media brasiliana abbia voglia di sostituire la domanda per lana del vecchio occidente. Conosco la moda brasiliana. L’India, ovviamente zero lana per motivi ovvii. Russia, manca la gente, e poi con prezzi del petrolio incerti il rublo non è abbastanza forte per sostenere una crescita della domanda. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Economia | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

TA, Brent

Pubblicato da oronero su 13 luglio 2012

Come ci si poteva aspettare, i numeri taroccati della crescita cinese sono arrivati perfettamente in linea con quello che la comunità investitrice voleva sentire. Il Brent di conseguenza ritenta di rompere la resistenza intorno a 100-101 e va anche a toccare la MM50.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Petrolio | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Letture estive, Hunger Games

Pubblicato da oronero su 11 luglio 2012

Ispirata dai cartelloni per il film “Hunger Games” che avevo visto in giro per Milano qualche mesetto fa, quando ho visto il libro nella libreria dell’aeroporto di Stoccolma, ho pensato che leggerlo potrebbe essere un ottimo modo per tenermi à jour con la cultura giovanile, che mi sta comunque entrando in casa a un ritmo crescente. È presto, ma meglio prepararsi in tempo. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Ecologia | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Anche TOD ha problemi con i decline rate di Maugeri

Pubblicato da oronero su 10 luglio 2012

Segnalo solo dalla mia postazione vacanziera che TheOilDrum ora ha fuori un’articolo guest post di Stephen Sorrel, che anche lui come me raggiunge la conclusione che qualcosa non quadra con i decline rate che Maugeri ha usato per annunciare la sua rivoluzione petrolifera. Ovviamente l’articolo di Sorrell è molto più chiaro e leggibile del mio, e dimostra come il prezzemolino per pura ignoranza scientifica paragona mele con arance.

The bottom line is that Maugeri has made some very optimistic assumptions about global average decline rates, failed to provide adequate justification for them and misrepresented the estimates made by others. Adopting more realistic estimates would significantly change his results.

Al momento non ci sono commenti all’articolo.

 

Pubblicato in: Petrolio | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

I numeri della rivoluzione

Pubblicato da oronero su 27 giugno 2012

È uscito il report di Maugeri, scritto come fellow all’interno del “The Geopolitics of Energy Project” del Belfer Center del Kennedy School of Government di Harvard. Il Belfer Center è finanziato in parte dalla BP, quindi Maugeri è finanziato dalla BP.  L’anno è il 2012, elezioni americane, con tutto quello che significa per il prezzo della benzina al pubblico americano.

Il report si intitola OIL: THE NEXT REVOLUTION e estrapola una produzione petrolifera per il 2020 di 49 milioni di barili sopra gli attuali 93. Dopo che Maugeri detrae barili dovuti al mancato completamento di alcuni progetti, il numero scende a 29 milioni di barili.

Poi il nostro fellow aggiunge la depletion rate, nel glossario del documento descritto come “Il declino naturale della produzione di un giacimento dopo anni di produzione. Potrebbe essere parzialmente compensato dalla crescita delle riserve.” Questo ci toglie più di 11 milioni, e l’aumento quindi si ferma a 17,6 milioni di barili. In più, di produzione giornaliera, rispetto a oggi. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Petrolio | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Gas geopolitico greco

Pubblicato da oronero su 26 giugno 2012

Già che siamo in tema Grecia, non basta forse il cofanetto di medicine. A quanto pare potrebbe diventare necessario anche una torcia elettrica con un bel po’ di pile di ricambio, almeno se di sera vuoi leggere il giallo comprato in aeroporto.

Al tema medicine ero arrivata tramite un link da un’articolo FT che parlava in realtà della relazione della Grecia con Gazprom.

Questo giugno la utility nazionale del gas, Depa, dovrebbe pagare a Gazprom 120 milioni di euro, che non ha in cassa. Depa compra l’80% del suo gas dalla Russia, e per assicurare un flusso continuo ora sta cercando di recuperare i crediti che ha con la Laghe, il gestore della rete elettrica. Laghe da parte sua è in rosso, anche lei vittima della mancanza di credito nel paese che taglia l’accesso alle banche, e i mancati introiti dai privati. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Gas naturale | Contrassegnato da tag: , | 2 Comments »

Crollo della sanità in Grecia

Pubblicato da oronero su 26 giugno 2012

Le notizie dalla Grecia sono sempre più preoccupanti. Ho ricevuto notizie anedottali che sulle isole vacanziere si continua la vita di sempre, caffè al bar, tranquillità, e fior di case in costruzione, certamente con i contributi dell’UE. Ma nelle grandi città, e specificamente negli ospedali, la situazione pare disperata.

In Europa secondo la WHO ogni anno muoiono (pdf) 25.000 persone di batteri resistenti agli antibiotici. Una situazione con crescita fra poco esponenziale. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Ecologia, Economia | Contrassegnato da tag: , | 2 Comments »

Che differenza fa l’aumento di produzione?

Pubblicato da oronero su 23 giugno 2012

Il prezzo del petrolio sta scendendo rapidamente ormai dall’inizio di aprile.

Il Brent ha fatto un vero death cross l’8 giugno, cioè una media mobile a 50 periodi (in questo caso giorni) che scende sotto la MM200, dove però anche la MM200 è in discesa. L’ultimo incrocio del 29 settembre era un death cross falso visto che la MM200 stava ancora salendo:

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Petrolio | Contrassegnato da tag: , , , | 6 Comments »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 48 follower